/ Innovazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Innovazione | lunedì 14 maggio 2018, 18:03

Cisco, Regione e Comune per una Liguria più tecnologica

Siglato il doppio accordo che dispone numerosi progetti di innovazione e digitalizzazione: in arrivo nuovi servizi, migliore tutela della privacy e progetti di valorizzazione dal territorio

Due importanti accordi sono stati siglati fra Regione, Comune e Cisco Italia: l'intesa è stata suggellata dalla firma di due protocolli da parte del sindaco Marco Bucci, del governatore Giovanni Toti e dell'amministratore delegato di Cisco Italia, Agostino Santoni. Si tratta di accordi che rientrano nel progetto "Digitaliani", il programma di investimento promosso da Cisco in Italia per accelerare la digitalizzazione del paese.

Tre gli obbiettivi fondamentali della collaborazione con la Regione, a partire dalla creazione di un modello capace di offrire soluzioni tecnologiche innovative e altamente sicure, nell'ambito di tre importanti progetti strategici finanziati dalla Regione e gestiti da Liguria Digitale. Altro focus è il rafforzamento del programma Cisco Networking Academy nel territorio ligure, attraverso la Digital Academy di Liguria Digitale, proponendo a giovani e insegnanti corsi di formazione dedicati alle competenze digitali più richieste sul mercato del lavoro. Infine verranno avviate collaborazioni con start-up cittadine, con l'università e il mondo della ricerca, per iniziative nell'ambito della cosiddetta trasformazione digitale.

Con il Comune di Genova sono invece stati predisposti dei percorsi di sviluppo tecnologico e formazione digitale indirizzati ai cittadini, la creazione di un polo di attrazione per tutte quelle realtà che si occupano di innovazione. Verrà inoltre avviata la sperimentazione i una piattaforma wi-fi, che ha l'obiettivo di digitalizzare l'area del Museo di Villa Croce, offrendo ai visitatori un'esperienza più profonda e coinvolgente.

"I progetti che fanno parte di questo accordo dimostrano che la pubblica amministrazione locale può essere protagonista dell'innovazione - dichiara Agostino Santoni, amministratore delegato di Cisco Italia - . Usando tecnologie di nuova generazione, la Regione Liguria potrà offrire servizi innovativi, e al tempo stesso proteggere al meglio la privacy dei cittadini e i loro dati sensibili. Il progetto, inoltre, prevede programmi per diffondere le competenze digitali e far crescere il sistema di innovazione locale. Il Comune di genova dal canto suo potrà sperimentare il potenziale che viene dal disporre di una piattaforma di rete per sostenere progetti che valorizzano le ricchezze sul territorio e stimolano la nascita di nuovi sevizi per i cittadini, facendo appello ai talenti e alle idee delle start-up locali. Con le due amministrazioni condividiamo una visione di ampio respiro che porterà benefici a lungo termine per tutti. Tutto questo è stato possibile anche grazie alle competenze, alla collaborazione e alla leadership di Liguria Digitale".

"Vogliamo rendere sempre più potenti i nostri data center, affinchè rispondano ai requisiti di un'infrastruttura candidata a essere Polo Strategico Nazionale - dichiara l'amministratore unico di Liguria Digitale Paolo Piccini illustrando il progetto di maggiore rilevanza che investe la Regione - . La collaborazione con Cisco riguarda l'introduzione di un monitoraggio in tempo reale e il miglioramento continuo della sicurezza dei nostri sistemi, un elevato livello di automazione e funzionalità basate sull'intelligenza artificiale. Il risultato sarà quello di poter gestire al meglio un'infrastruttura complessa e, allo stesso tempo, offrire servizi migliori ai cittadini e alle aziende".

L'iniziativa più interessante che riguarda il Comune vede invece protagonista l'area del Museo di Villa Croce, dove verrà realizzata un'infrastruttura wi-fi capace di offrire connettività nell'area museale e nel giardino circostante. La rete consentirà l'utilizzo di applicazione specificatamente dedicate al mondo della cultura, capaci di impreziosire l'esperienza di visita con percorsi di realtà aumentata. Queste applicazioni saranno realizzate e progettate dalle start-up che vorranno cimentarsi nell'uso della piattaforma messa a disposizione per questo preciso scopo e per la proposta di nuovi progetti per la comunicazione fra enti pubblici e cittadini. "Il Comune di Genova sostiene l'innovazione tecnologica e il cambiamento nei processi - dichiara il sindaco Marco Bucci - . Stiamo declinando questo approccio nella formazione, nei servizi per i cittadini e per le aziende, nei servizi per la cultura e il turismo. Grazi a Cisco la città saprà rinnovarsi: da nuopvi allestimenti per i musei, alla formazione per i giovani e per le start-up, fino alla del wi-fi in aree sensibili della città. Si tratta di una collaborazione fondamentale per mettere genova al passo con i tempi". 

 

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore