/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 21 giugno 2018, 11:26

Rimane senz'acqua e se la prende con il vicino, arriva la polizia e lo arresta per spaccio

Gli agenti, intervenuti in tutela del vicino di casa che temeva per la sua sicurezza, hanno trovato nella disponibilità dell'uomo più di 5 kg di cannabis, e lo hanno arrestato

Rimane senz'acqua e se la prende con il vicino, arriva la polizia e lo arresta per spaccio

Un nigeriano di 38 anni, che da tempo non pagava più bollette e canone di affitto dell'appartamento in cui viveva in via Natale Gallino, si è reso conto di essere rimasto senza fornitura idrica, e su tutte le furie se l'è presa con il dirimpettaio, che riteneva responsabile del disservizio.

In realtà a chiudere i rubinetti era stata la padrona di casa, esasperata dall'accumularsi dei pagamenti inevasi. L'uomo ha incontrato il vicino per strada, ed è nato un acceso litigio, a seguito del quale l'aggredito ha temuto per la sua incolumità,e ha chiesto l'intervento della polizia. Quando gli agenti sono arrivati hanno sedato gli animi, e poi hanno chiesto al senegalese se nella sua abitazione risiedessero persone non risultanti nel contratto. vista l'esitazione e il nervosismo del soggetto nel rispondere alla domanda i poliziotti hanno deciso di effettuare un controllo.

Al loro ingresso nell'abitazione gli operatori delle forze dell'ordine hanno subito percepito un forte odore di deodorante, mischiato al tipico odore della marijuana, e accertato la presenza di altri tre connazionali del titolare del contratto di locazione: inevitabile a quel punto un'approfondita perquisizione domiciliare. L'accertamento ha rivelato la presenza sul tetto di una valigia, in cui erano occultati 5,44 kg di cannabis, materiale per il confezionamento delle dosi e 225 euro in contanti. Accertamenti sull'identità dei tre individui trovati nell'abitazione hanno rivelato che uno di loro è irregolare sul territorio nazionale, mentre un secondo è gravato da precedenti penali.Tutti e quattro i soggetti sono stati arrestati per detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio in concorso e portati presso il carcere di Marassi.

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore