/ Cronaca

Cronaca | 24 giugno 2018, 14:38

Protezione civile, la sede di Pra' verrà ristrutturata

Intervento imminente per fermare le infiltrazioni del tetto. Avvenente: “Meritano di stare in locali all’altezza, per tutto l’impegno che danno al territorio”. Fanghella: “Abbiamo dato mandato di eseguire i lavori il prima possibile”

Protezione civile, la sede di Pra' verrà ristrutturata

I volontari del gruppo ponente della Protezione Civile, che hanno sede in via Cravasco a Prà, vedranno finalmente ristrutturati i locali che ospitano la loro sede. E’ l’impegno, concreto, che si è preso l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Paolo Fanghella, su invito dell’ex presidente del Municipio VII Ponente, e oggi consigliere comunale del Pd, Mauro Avvenente.

La sede della Protezione Civile, che si trova dove un tempo era attivo il mercato comunale coperto, da anni necessitava di manutenzioni al tetto, per via di una serie di infiltrazioni. La situazione non era più rimandabile. E l’intervento, per giunta, è sacrosanto, nei confronti di una realtà che tanto ha dato per il ponente cittadino, a livello di assistenza e formazione.

Proprio su questo ha puntato Avvenente, nel chiedere i lavori: “Vorrei fare un appello agli assessori competenti - ha scritto nei giorni scorsi - a favore di un gruppo di volontari che sono stati sempre presenti ogni qualvolta il territorio ne ha avuto bisogno: dalle alluvioni, alle frane, alle allerta meteo, insieme nel fango a servizio e a disposizione dei cittadini in difficoltà. Ora sono loro ad avere bisogno di noi: la sede, a suo tempo assegnata, mostra i segni del tempo e quando piove vi sono copiose infiltrazioni d'acqua che rovinano le attrezzature e il materiale e rischiano di rendere difficile la loro attività”.

Secondo Avvenente, ma il parere è condiviso per intero dalla cittadinanza tutta, “i volontari del Gruppo della Protezione Civile Comunale, che hanno la sede in via Cravasco nei locali dell'ex mercato coperto, sono portatori di un servizio troppo importante, che diventa fondamentale nell'emergenza. Meritano quindi ogni attenzione e mi permetto di chiedere cortesemente all'assessore Paolo Fanghella, che so essersi già attivato in tal senso, di verificare se è possibile accelerare i tempi per avviare una riqualificazione del tetto e l'eliminazione delle infiltrazioni. Grazie a chi potrà dare una mano”.

A interessarsi della questione anche l’attuale presidente del Municipio VII Ponente, Claudio Chiarotti, pure lui sempre molto recettivo. La risposta di Fanghella, che in effetti si era già attivato, è arrivata a stretto giro: “E’ stato già dato mandato per far sì che si intervenga il prima possibile, ma il problema è che al di sopra dell’edificio c’è un’occupazione non autorizzata con grossi vasi che crea problemi”.

A confermare il prossimo intervento anche Antonino Sergio Gambino, consigliere comunale di Fratelli d’Italia con delega alla Protezione Civile e al volontariato: “Il problema è stato affrontato e a breve i lavori dovrebbero cominciare grazie alla collaborazione dell'assessore Fanghella e del presidente Chiarotti”.

Mauro e Massimo Macciò, Volontari Gruppo Genova della Protezione Civile, ringraziano pubblicamente: “Il problema dovrebbe essere superato, o perlomeno dovrebbe essere superato a breve con l'inizio dei lavori. Grazie da parte di tutti noi dell'unità di ponente per l'interessamento”. “Questo - osserva Avvenente - è un ottimo esempio di dialogo tra maggioranza e minoranza, e di come anche le opposizioni possano essere utili, se si lavora tutti con impegno e onestà intellettuale. Mi compiaccio di questo interessamento ‘trasversale’ alle sorti dei volontari di Protezione Civile e spero vivamente che quanto promesso venga mantenuto al più presto perché, lo ripeto, queste persone lo meritano davvero”.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium