/ Sanità

Sanità | 02 agosto 2018, 12:00

Sanità: la Regione presenta la mappatura dei servizi al sindaco

Interventi realizzati sul sito di via Canepari, nell’ex Ospedale Pastorino, presso l’ospedale Gallino e l’ex ospedale Celesia, attivando servizi presso il “Quartiere Diamante” e potenziando il servizio di emergenza del 118

Sanità: la Regione presenta la mappatura dei servizi al sindaco

Un incontro “positivo e concreto”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale e il sindaco di Genova Marco Bucci al termine del colloquio che si è svolto nel pomeriggio di ieri presso la sede dell’Ente di Piazza De Ferrari, alla presenza del direttore generale di Asl3 Luigi Carlo Bottaro e di Luciano Grasso, esperto del primo cittadino per i temi legati alla sanità.

“Regione Liguria ci ha presentato una mappatura dettagliata dei servizi sanitari presenti sul territorio ligure – ha affermato il sindaco Bucci - nella Città Metropolitana e nel Comune di Genova. Asl3 ci ha aggiornato sul percorso fin qui realizzato per individuare l’area in cui realizzare la Casa della Salute in Valpolcevera così da offrire ai cittadini un luogo in cui siano integrati i servizi sociali e sanitari”.

Alle polemiche sollevate dal Partito Democratico a seguito della bocciatura dell'ordine del giorno in Consiglio regionale, l’assessore Viale risponde: “Abbiamo rigettato quella che costituiva solamente una provocazione politica da parte di un partito che non è riuscito a realizzare il Palazzo della Salute in Valpolcevera nei dieci anni in cui ha governato questa regione. Questa struttura è una priorità della Giunta, come dimostra anche l’incontro di oggi con il sindaco Bucci, in cui sono stati fatti importanti passi avanti per la sua realizzazione. Aggiungo, però, che in questi anni non siamo rimasti fermi: Asl3 ha compiuto un grande lavoro, attraverso la riorganizzazione e ristrutturazione dell’esistente, dando concretezza al concetto di Palazzo della Salute “diffuso” sul territorio”.

Interventi sono stati infatti realizzati sul sito di via Canepari, nell’ex Ospedale Pastorino, presso l’ospedale Gallino e l’ex ospedale Celesia, attivando diversi servizi presso il “Quartiere Diamante” e potenziando il servizio di emergenza del 118, anche grazie all’attivazione sperimentale del Punto di primo intervento presso l’ex ospedale Frugone di Busalla.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium