/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | mercoledì 08 agosto 2018, 19:16

Voltri, il banchetto della Lega tra ‘mugugni’ e complimenti

I giovani militanti del Carroccio sfidano il gran caldo per ascoltare le persone. Ariotti: “I cittadini chiedono più pulizia e decoro ma ringraziano anche per il lavoro svolto”. A settembre nuovi appuntamenti

Voltri, il banchetto della Lega tra ‘mugugni’ e complimenti

Hanno sfidato afa, umidità, temperature tropicali ma - come sempre - i ragazzi della Lega ci hanno messo la faccia. Per tutta la giornata di martedì, di fronte alla sede del Municipio VII Ponente a Voltri, i consiglieri e i militanti del Carroccio hanno incontrato le persone, raccolto mugugni, critiche, suggerimenti ma anche - cosa che ha fatto molto piacere - congratulazioni.

Nell’era della propaganda social, che i ragazzi sanno sfruttare molto bene, è stato parecchio gradito questo ritorno all’antico: sia perché i propri rappresentanti possono essere interpellati in carne e ossa, sia perché si avverte una necessità sempre più forte della politica vecchio stile. Quella di banchetti, incontri, contatti quasi porta a porta. Un punto dove la Lega - nell’organizzazione voluta dai vertici, a partire da Matteo Salvini - è in questo momento molto più forte rispetto ad altri schieramenti. Anche quelli di centrosinistra tradizionalmente più radicati nel ponente cittadino.

A dare vita all’iniziativa ‘Dillo ai giovani della Lega’, che prima di Voltri ha toccato nei giorni scorsi Boccadasse e che proseguirà a settembre in tutte le altre delegazioni genovesi, sono stati il consigliere comunale, nonché coordinatore provinciale dei giovani leghisti di Genova Fabio Ariotti (che è residente a Voltri 2 e quindi molto conosciuto, e votato, da queste parti), e il suo collega Marco Ghisolfo, consigliere della Lega nel Municipio I Centro Est e segretario organizzativo dei giovani leghisti genovesi. Al banchetto anche Luca Bozzo, che con i suoi ventuno anni è tra i più giovani consiglieri municipali attualmente eletti, nella fattispecie nel Municipio VII Ponente.

I militanti hanno raccolto consigli e qualche lamentela. Da queste nasceranno interrogazioni e interpellanze. Materiale buono per l’attività politica. Ma, soprattutto, sono stati stabiliti nuovi contatti ‘umani e sociali’, che sono molto diversi, e di maggior valore, rispetto ai contatti ‘social’.

“Sono orgoglioso del gruppo che si è formato in questi mesi - afferma Fabio Ariotti - e dei tanti ragazzi che, nonostante il clima torrido, hanno deciso di dedicare una parte del loro tempo per impegnarsi in maniera attiva sul territorio. L’iniziativa proseguirà nel mese di settembre con un banchetto alla settimana”.

Marco Ghisolfo aggiunge: “Questi banchetti hanno come obiettivo anche quello di riavvicinare i giovani alla vita politica cittadina, grazie alla presenza stessa dei ragazzi della Lega, che possono meglio comprendere i dubbi e le esigenze dei loro coetanei. Ringraziamo tutti i ragazzi, eletti nelle istituzioni genovesi o semplici militanti, che in questi giorni hanno garantito la loro presenza ai banchetti, dimostrando come la presenza sul territorio e lo spirito di comunità siano l’unica strada per avere un futuro”.

A Voltri, in particolare, i cittadini hanno portato all’attenzione dei rappresentanti del Carroccio i problemi di piazza Lerda, dove sporcizia e degrado sono duri a morire. Altra questione centrale, quella relativa ai rifiuti ingombranti, soprattutto nei quartieri collinari. “Ci hanno poi segnalato - osserva Ariotti - la presenza di parecchi bivacchi in spiaggia. Alcuni cittadini hanno chiesto una maggiore attività di prevenzione mentre altri, e questo ci ha fatto molto piacere, hanno riconosciuto che dei progressi in termini di sicurezza sono stati fatti. Sono migliorati i controlli e c’è un lavoro molto puntuale da parte della Polizia Municipale”.

Questo, per la cronaca, anche grazie all’attività di coordinamento a cura del Municipio VII Ponente. La cui ‘trazione’ è rimasta a sinistra, con il presidente Claudio Chiarotti esponente del Partito Democratico. “Cerchiamo di lavorare per il bene del territorio - commenta Ariotti - A proposito del Cep, in particolare, volevo ricordare che ho fatto presente all’assessore Garassino che alcune telecamere vanno installare anche in quella zona. Si è impegnato a farlo. Le telecamere arriveranno. Poi, sono dell’idea che non è mai sufficiente solo la tecnologia per scongiurare comportamenti scorretti, ma certo un impianto di videosorveglianza funzionante può fungere da ottimo deterrente”.

Soprattutto per il problema più grave al Cep in questo periodo: le discariche abusive di rifiuti ingombranti e/o pericolosi. Ancora ieri, come segnalato da Yuri Pertichini, autore dell’esposto/denuncia che ha consentito di smuovere le acque su una situazione molto grave, Amiu ha proseguito nelle operazioni di pulizia e bonifica. “La settimana scorsa - dice Pertichini - il lavoro di Amiu è continuato in via Due Dicembre e via Martiri (dalla scuola Moro). Oggi sopralluogo ‘privato’ per dare maggiori informazioni. Il lavoro non è terminato e bisogna stare tutti più che vigili. Sul versante comunale, a parte la disponibilità del consigliere comunale Ariotti a verificare a settembre la questione delle telecamere fisse presso le scuole, ancora tutto tace”.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore