/ Cronaca

Cronaca | 21 agosto 2018, 19:00

Emergenza trasporti: nascerà il biglietto integrato Amt, Atp e Trenitalia

A seguito del crollo di Ponte Morandi si avrà un unico biglietto per viaggiare a bordo di Atp, Amt e Trenitalia, con riferimento all’area metropolitana genovese

Emergenza trasporti: nascerà il biglietto integrato Amt, Atp e Trenitalia

Anche Atp Esercizio ha partecipato alla riunione che si è svolta quest’oggi in Regione Liguria, presenti l’assessore regionale ai trasporti Giovanni Berrino e il consigliere delegato ai trasporti della Città Metropolitana Claudio Garbarino, oltre che i vertici di Amt e Trenitalia.

Tema della riunione: le soluzioni per l’emergenza trasporti che si è venuta a creare dopo il crollo del ponte Morandi. Nel corso dell’incontro, per quel che riguarda il servizio svolto da Atp Esercizio, si è stabilito di puntare con forza sull’integrazione sia operativa sia tariffaria tra i vettori interessati al servizi pubblico.

"Abbiamo intrapreso la strada che dovrà portare a un unico biglietto per viaggiare a bordo di Atp, Amt e Trenitalia, con riferimento all’area metropolitana genovese. Si tratta di un’accelerazione a quanto già si stava cercando di realizzare da tempo" spiega Enzo Sivori, presidente di Atp Esercizio. 

Per quanto riguarda la logistica, la scelta di fondo per quel che concerne le linee delle vallate e del Ponente, è quella di utilizzare l’uscita autostradale di Genova Pra' e di assestare il capolinea delle linee interessate su Voltri presso la piazza della Stazione Fs: "Da qui i nostri passeggeri troveranno un vero sistema di integrazione con Amt e con Trenitalia, grazie anche alla presenza di treni cadenzati con partenze ogni 15 minuti. A essere interessate sono le corse in arrivo da Valle Stura-Masone (sia quelle via autostrada sia quelle via viabilità ordinaria) e le corriere in arrivo da Arenzano e Cogoleto", aggiunge Roberto Rolandelli, direttore operativo di Atp Esercizio.

Claudio Garbarino pone l’accento sull’utilizzo delle risorse arrivate dal Governo e dalla Regione: "E’ importante che anche Atp Esercizio possa contare su queste risorse, per poter rispondere così alle nuove esigenze dei cittadini. Rispetto all’integrazione tra i diversi vettori, noi da mesi portiamo avanti il discorso in tutte le sedi e in prospettiva l’integrazione dovrà essere estesa a tutte le nostre linee che gravitano sulla città di Genova; a Levante, a Ponente e per l’Entroterra".

rg

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium