/ Cronaca

Cronaca | 22 agosto 2018, 16:48

La copertina velenosa di Charlie Hebdo sulla strage del ponte di Genova

Il periodico satirico francese ironizza sulla tragedia di Genova: "Construit par des Italiens... Nettoyés par des migrants". E questa volta non è un falso (come quello circolato qualche giorno fa)

La copertina autentica di Charlie Hebdo n. 1361

La copertina autentica di Charlie Hebdo n. 1361

Ancor prima che "Charlie Hebdo" uscisse con una copertina al veleno sulla sciagura di Ponte Morandi, qualcuno in Rete aveva fatto circolare una falsa cover con la testata del settimanale satirico: una carreggiata obliqua sulla quale scivola un'auto verso il precipizio, che per contrappeso innalza un bottino di soldi, e in alto la bandiera italiana. Si trattava però di un tarocco di qualche burlone, pago d'indignare il web. Ma semplicemente in anticipo sul tempo.

Perché questa volta la copertina di "Charlie Hebdo" è uscita davvero

Il numero 1361 del periodico caustico e irriverente è dedicata alla strage del viadotto crollato a Genova alla vigilia di ferragosto, seminando morte e devastazione.

In alto a sinistra il ponte troncato, con il camion fermo sul ciglio, e sotto un netturbino di colore che spazza a terra, tra due veicoli schiantati al suolo. La frase che accompagna la vignetta è: "Construit par des Italiens... Nettoyés par des migrants". Costruito dagli Italiani... Pulito dai migranti. Con ovvio riferimento al pugno duro del governo Lega-M5S sugli sbarchi e l'immigrazione. 

La falsa copertina uscita qualche giorno fa era un ritocco: riprendeva quella di "Charlie Hebdo" risalente all'attentato di Bruxelles del 2016 e un disegno del fumettista italiano Ghisberto.

La copertina autentica, invece, è firmata Riss: autore satirico divenuto direttore del periodico francese dopo la strage terroristica di al-Qaida nella sede della redazione, tre anni fa, alla quale lo stesso Laurent Sourisseau (Riss è il nom de plume) scampò, pur ferito. L'immagine si aggiunge ai già vari disegni sprezzanti indirizzati all'Italia dal settimanale francese, fra i quali si ricorda quello del "terremoto all'italiana" che derideva le vittime del sisma di Amatrice. 

fl

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium