/ Cultura

Che tempo fa

Cerca nel web

Cultura | giovedì 13 settembre 2018, 16:22

Al via lunedì 17 settembre a Palazzo Ducale il ciclo di incontri “Genovesi Generosi”

Emanuele Brignole, i Duchi di Galliera e David Chiossone: tre conferenze dedicate ai più importanti filantropi genovesi, che hanno segnato tre secoli di storia della città. La rassegna rientra nel programma di eventi che coinvolge la città nella celebrazione dei 150 anni dell’Istituto Chiossone.

Al via lunedì 17 settembre a Palazzo Ducale il ciclo di incontri “Genovesi Generosi”

Emanuele Brignole, i Duchi di Galliera e David Chiossone: sono tra i più importanti filantropi di Genova, che hanno segnato tre secoli di storia della città. Alle loro figure l’Istituto David Chiossone per i ciechi e gli ipovedenti (www.chiossone.it) e l’Associazione A Compagna (www.acompagna.org) dedicano il ciclo di incontri “Genovesi generosi”, a partire dal 17 settembre a Palazzo Ducale, nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’Istituto Chiossone.

Il primo appuntamento è lunedì 17 settembre, alle ore 17.00 nella Sala del Munizioniere, con l’incontro “Grande beneficenza  nella Genova del Seicento: Emanuele Brignole e la fondazione dell’Albergo dei Poveri”, con la storica e biografa Annamaria de Marini, soprintendente dell’Albergo dei Poveri di Genova.

Nato nel 1617 da una delle famiglie più facoltose della città, Emanuele Brignole decise di indirizzare il suo immenso patrimonio verso le opere caritative e, nel 1656, fondò l’Albergo dei Poveri, il simbolo più grandioso della munificenza della società  genovese.

Lunedì 24 settembre, alle ore 17.00 nella Sala del Minor Consiglio, si svolgerà l’incontro “I Duchi di Galliera fra storia, aneddoto e leggenda”. Lo studioso e fotografo scientifico Domenico Carratta ripercorrerà gli avvenimenti e le motivazioni che portarono i due illustri coniugi, Maria Brignole Sale, fondatrice dell’Ospedale Galliera nel 1887, e Raffaele De Ferrari, insieme al loro figlio Filippo, a rappresentare il momento più alto e duraturo nella storia della beneficenza genovese.

La rassegna dedicata ai genovesi si concluderà martedì 1 ottobre,  alle ore 17.30 nella Sala del Minor Consiglio, con l’appuntamento dedicato a David Chiossone, che 150 anni fa, nel 1868, fondò l’omonimo Istituto per i ciechi e gli ipovedenti. “David Chiossone, moderno fundraiser” è il titolo dell’incontro con la professoressa Mirella Pasini, docente di Etica della comunicazione presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova. Medico, ma anche Assessore all’Igiene, letterato e poeta, critico e giornalista nella Genova risorgimentale, Chiossone seppe raccogliere un attivo comitato di promotori attorno all’idea di dare un’istruzione ai giovani non vedenti e diede vita a quello che oggi è diventato un vero e proprio centro di eccellenza a livello nazionale nella riabilitazione visiva.

Continua così il ricco programma di iniziative dell’Istituto David Chiossone onlus, che a partire dallo scorso maggio sta coinvolgendo tutta la città nei festeggiamenti per il 150° anniversario della sua fondazione, con eventi istituzionali, scientifici, culturali, teatrali, musicali e sportivi

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore