/ Politica

Politica | 19 settembre 2018, 16:02

Case a prezzi calmierati per le famiglie sfollate: l'accordo tra Comune e Federmobili

L'intessa prevede la possibilità di acquisto immobili per le famiglie degli sfollati dalla zona rossa dopo il crollo del ponte Morandi a prezzi di favore. L'assessore Bordilli: "Aiuto concreto per tanti genovesi"

Case a prezzi calmierati per le famiglie sfollate: l'accordo tra Comune e Federmobili

Mercoledì 19 settembre l’assessore al Commercio Paola Bordilli e il presidente di Federmobli Genova, Giorgio Schenone, hanno firmato un protocollo d’intesa che permetterà alle famiglie sfollate della zona del ponte Morandi di acquistare i mobili per le nuove case a pezzi calmierati.

L’assessore Paola Bordilli ha commentato: "È una iniziativa che ho sostenuto da subito perché è un aiuto concreto che parte dalle realtà produttive della nostra città, le quali hanno dimostrato grande sensibilità e attenzione verso tante famiglie genovesi".

Per questo, gli operatori economici che hanno aderito al progetto, hanno creato un catalogo dove sono indicati i mobili, le ditte produttrici, il prezzo originale e il prezzo finale, calmierato, al quale le persone potranno acquistarli.

"Noi di Federmobili Genova abbiamo da subito voluto fare la nostra parte, in maniera molto diretta e concreta, per dare aiuto alle persone in difficoltà dopo il crollo del Ponte Morandi –  dice il presidente genovese dell’associazione Giorgio Schenone - La convenzione che abbiamo firmato oggi con il Comune permetterà alle persone sfollate di acquistare i mobili a un prezzo decisamente inferiore a quello di listino, comprensivo di Iva, trasporto e montaggio incluso per tutto il territorio del Comune di Genova. Inoltre, i mobilieri, offriranno la loro competenza e professionalità per ogni esigenza".

"Con la firma di questo protocollo d’intesa – sottolinea con soddisfazione l’assessore Bordilli  –  aggiungiamo un altro tassello al grande mosaico degli aiuti che, con grande generosità, ci vengono offerti per sostenere i nostri concittadini". 

RG

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium