/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 20 settembre 2018, 17:02

Verso l'apertura di un punto fisso di raccolta sangue in Valpolcevera

Previsto anche il potenziamento della raccolta anche per'ospedale di Voltri, all'Evangelico, e al Micone di Sestri Ponente. La vicepresidente Viale: "Giusto sostenere tante persone che vogliono donare”.

Verso l'apertura di un punto fisso di raccolta sangue in Valpolcevera

L’apertura di un punto fisso di raccolta sangue in Valpolcevera e il potenziamento dei punti esistenti presso gli ospedali Micone di Sestri Ponente e Evangelico di Voltri. Queste le misure decise oggi durante una riunione convocata dalla Struttura regionale di coordinamento delle attività trasfusionali, in accordo con Alisa, insieme alle associazioni di volontariato coinvolte nel ‘sistema sangue’ regionale.

“Si è trattato di una riunione operativa – ha spiegato la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale – in cui sono state predisposte alcune misure che verranno attivate nelle prossime settimane. Ritengo sia giusto e doveroso, a fronte di una loro richiesta in questo senso, garantire ai tanti donatori che si trovano soprattutto a monte della zona rossa di poter continuare a donare, superando le difficoltà logistiche determinate dal crollo del ponte Morandi con l’apertura di un punto di raccolta a monte della cosiddetta zona rossa. A loro rivolgo il mio particolare ringraziamento. Allo stesso tempo, vogliamo agevolare anche i residenti nel ponente genovese che si recavano abitualmente all’Ospedale Policlinico San Martino o all’Istituto Gaslini per donare il sangue e che oggi hanno oggettive difficoltà negli spostamenti dal ponente al levante cittadino. Per questo abbiamo deciso anche di potenziare i punti di raccolta già presenti nei presìdi ospedalieri di Sestri Ponente e di Voltri.

"Queste misure – conclude l’assessore Viale - serviranno, evidentemente, anche per far fronte in modo efficace al calo di donazioni che si è recentemente registrato nell’area metropolitana e dovuto alle maggiori difficoltà negli spostamenti legate al crollo”.

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium