/ Eventi

Eventi | 08 ottobre 2018, 17:30

43 Poesie per Genova: l'incontro alla Berio, due mesi dopo la tragedia del Morandi

L'attore del teatro della Tosse Enrico Campanati leggerà 43 componimenti dedicati a Genova con l'introduzione di Francesco De Nicole, presidente della Società Dante Alighieri

43 Poesie per Genova: l'incontro alla Berio, due mesi dopo la tragedia del Morandi

Venerdì 12 ottobre, presso la Sala Chierici della biblioteca Berio alle 16.30, il comitato della Società Dante Alighieri presenta l'iniziativa "43 Poesie per Genova": a due mesi dalla strage conseguenza dl crollo del ponte Morandi l'attore del teatro della Tosse Enrico Campanati leggerà 43 poesie dedicandole al capoluogo ligure ferito. La lettura verrà introdotta dalla presentazione di Francesco De Nicola, presidente del Comitato di Genova della Dante Alighieri.

Scrive Lella Cordano del Comitato della Società Dante Alighieri: "Dalle 11.36 del 14 agosto l’immagine di Genova diffusa nel mondo è un ponte spezzato a metà che nel suo crollo ha seminato morte e distruzione, è l’immagine di decine di carcasse di auto e camion che sono diventate la bara di 43 innocenti vittime, è l’immagine di tonnellate di cemento precipitate sul greto di un torrente, sui tetti delle fabbriche, sui binari delle ferrovie, è l’immagine spettrale di strade abbandonate: la brutta immagine di una città ferita. Il direttore di una scuola cinese che doveva mandare suoi alunni a Genova a studiare l’italiano mi ha scritto che i loro genitori, a vedere quel ponte spaccato, hanno avuto l’immagine di una città precaria e pericolosa, si sono spaventati e hanno rinunciato: per quelle sconvolgenti immagini Genova sarebbe dunque una città da evitare. Ma non è così. Genova non è solo quel ponte maledetto, Genova è ancora la città segnata da un paesaggio di mare e di colline unico per bellezza, la città disseminata di monumenti antichi e di moderne sistemazioni urbanistiche, la città civile abituata da secoli ad accogliere ospiti e viaggiatori. E questa bella Genova è la città che rivive in centinaia di versi di decine di poeti, genovesi e “foresti”, che ai suoi angoli, alle sue strade, ai suoi abitanti si sono ispirati. Interpretando la sua missione di far sempre meglio conoscere e apprezzare la civiltà e la cultura italiana e come gesto di amore per la sua città in questo drammatico momento, il Comitato di Genova della Dante Alighieri a due mesi dal tragico evento organizza una lettura pubblica di 43 poesie dedicate a Genova nel ricordo delle vittime: 43 poesie che vogliono riproporre, a contrasto con l’immagine del ponte spezzato, l’immagine della bellezza e della vitalità, a volte anche scontrosa, della nostra città. All’inizio saranno lette due poesie dedicate proprio alla val Polcevera, poi alcune altre ispirate da Genova nel suo insieme e poi altre ancora che percorreremo la città da Levante a Ponente, attraversando spiagge e quartieri, con la sobrietà propria della nostra gente ed evitando la celebrazione retorica da cartolina, ma anzi non risparmiando i versi di denuncia proprio per rappresentare i mille volti della città. La lettura delle poesie, rapidamente presentate dal presidente della Dante genovese, prof. Francesco De Nicola, sarà affidata alla voce dell’attore Enrico Campanati del Teatro della Tosse e si svolgerà venerdì 12 ottobre a partire dalle 16,30, nella Sala dei Chierici della Biblioteca Berio2

RG

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium