/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 15 ottobre 2018, 17:21

Comune, sgomberato insediamento abusivo a Campi

Le operazioni di sgombero e bonifica hanno avuto luogo in via dei Cappuccini nel quartiere di Campi con il supporto della polizia municipale

Comune, sgomberato insediamento abusivo a Campi

Questa mattina, diciassette persone, tra cui 9 minori, sono state allontanate da un campo nomadi abusivo di via dei Cappuccini a Campi. Lo sgombero è stato effettuato dal reparto Vivibilità della Polizia Locale, guidato dal Commissario Castellani e il Reparto di Polizia Giudiziaria comandato dal Commissario De Lorenzi per un totale di 11 agenti.

L'operazione è stata coadiuvata da una decina di agenti della Polizia di Stato. Delle famiglie con bambini si sono fatti carico i servizi sociali del Comune. Si tratta di un'area privata della Garaventa S.p.A, società fallita nel 2015, un sito industriale abbandonato da anni e nascosto alla vista.

L'accampamento si presentava in condizioni igienico sanitarie compromesse, con strutture instabili e fatiscenti che, in caso di piogge copiose, avrebbero potuto ostruire la tombinatura del rivo adiacente. Lì vicino c'è un asilo aziendale di proprietà del CNR, usato anche da altre realtà cittadine, che è a rischio allagamento nel caso i rifiuti occludano il deflusso delle acque.Le persone sgomberate verranno ospitate per 7 giorni in albergo, poi dovranno trovare autonomamente una sistemazione.

"Siamo intervenuti tempestivamente - ha detto l'assessore alla sicurezza Stefano Garassino - per prevenire il pericolo di esondazione del rio Cappuccini che avrebbe messo in pericolo i bimbi presenti nel sottostante asilo aziendale del CNR. Ringrazio il collega Matteo Campora che sosterrà le attività di bonifica e la Polizia Locale, in particolar modo i Commissari Castellani e De Lorenzi, per la professionalità e l'umanità dimostrata in una situazione di forte criticità".

RG

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore