/ Eventi

Eventi | 22 ottobre 2018, 12:40

Savona, al teatro Chiabrera un concerto per aiutare le famiglie delle vittime del crollo del Ponte Morandi

Rotary Savona e Varazze, Rotaract Savona e l’Orchestra Sinfonica olandese dell’Aia giovedì 25 ottobre insieme per una raccolta fondi: questa mattina la presentazione dell'evento nella Sala Rossa del Comune.

Savona, al teatro Chiabrera un concerto per aiutare le famiglie delle vittime del crollo del Ponte Morandi

Giovedì 25 ottobre alle ore 20:30 presso il Teatro Chiabrera di Savona si terrà il Concerto dell'Orchestra Sinfonica Olandese dell'Aia "Un ponte di solidarietà per Genova"; evento organizzato dai Rotary Club di Savona e di Varazze-Riviera del Beigua e dal Rotaract Club di Savona. Il Concerto sarà ad ingresso gratuito con offerta libera. Tra le vittime del disastro del crollo del ponte Morandi vi sono padri di famiglia, che lasciano consorti e figli, che sentiranno fortemente, anche dal punto di vista materiale, la Loro assenza.

Pertanto il ricavato sarà interamente devoluto a queste famiglie, in modo tale da cercare di mitigare almeno in parte la grande perdita subita. In quest'ottica nei giorni scorsi il Governatore del Distretto Rotary 2032 Gianmichele Gancia ha aperto un conto corrente presso la Banca Passadore, che sarà utilizzato per iniziare la raccolta fondi (IBAN IT82L0333201400000000961404). Un sentito ringraziamento va sia all'Orchestra Sinfonica dell'Aia che eseguirà il concerto senza compenso, sia al Comune di Savona che concederà il Teatro a titolo gratuito.

L'organizzazione dell'iniziativa è stata resa possibile dalla sinergia tra il Rotary Club di Savona, il Rotary Club di Varazze – Riviera del Beigua ed il Rotaract Savona che, con i Presidenti Aurelio Palmieri, Raffaella Femia e Angelica Conti Nacinovich, assieme all'Assistente del Governatore, Angelo Schirru, hanno fortemente sostenuto tale iniziativa, presentandola nella Sala Rossa del Comune insieme all’assessore savonese alla cultura Doriana Rodino.

Braccio operativo dell'evento è l'Associazione Savonese Pro Musica Antiqua.

Questa mattina, in l'occasione della conferenza stampa dell'evento, l'Orchestra è stata ricevuta in Comune e condotta da esperti alla scoperta della Pinacoteca e del Museo della Ceramica. Interessante a tal proposito notare come anche all'Aia e in tutta l'Olanda si usi da secoli una ceramica bianco-blu per vasi, piatti, oggetti d'uso comune (ad esempio il vaso tradizionale per i tulipani) esattamente come nel savonese. Gli orchestrali e i loro familiari, una delegazione ben nutrita, sono ospiti nel Seminario e nel Convento dei Cappuccini e si fermeranno a Savona per una settimana anche allo scopo di stabilire contatti e scambi culturali e turistici.

Domani pomeriggio, con inizio alle ore 16.00 in piazza Sisto IV, ad ingresso libero, l'Orchestra presenterà alla cittadinanza un preambolo, con diverso programma, del Concerto del 25 al Chiabrera. L'intero organico si "scomporrà" a piacimento nelle varie sezioni (fiati, ottoni, archi ecc) formando vari ensemble e vari timbri orchestrali, utili per esemplificare diversi stili musicali. In caso di maltempo l'evento si svolgerà nell'atrio del Comune.

Dopo Savona, l'Orchestra andrà anche a Genova dove il 27 ottobre, nella spendida cornice di Villa Durazzo-Bombrini, alle ore 17.00, eseguirà un conceerto con la partecipazione degli allievi del Liceo Musicale S. Pertini di Genova e in collaborazione con l'Accademia del Chiostro che ha sede nel Capoluogo.

Il programma, molto vario, sarà dedicato alle più belle pagine concertistiche italiane, passando attraverso le più famose arie liriche (con la partecipazione del soprano Maria Catharina Smits) per finire con le grandi colonne sonore di Rota e Morricone, senza dimenticare citazioni di musica olandese, tutte da scoprire. E questo incontro vuole essere anche un ponte culturale con un piccolo stato dalla grande storia e dalla grande arte quale l'Olanda, che forse è ancora troppo poco conosciuta.

L'Orchestra Sinfonica dell'Aia è nata dalla passione di amatori della musica quasi un secolo fa, nel 1921. Da subito ha riunito in sé altre piccole orchestre presenti nei dintorni. Dal 2009 ne è direttore Arne Visser che ha preso in mano la grande tradizione dell'Orchestra per elevarne ancor più la qualità artistica, senza però travisare quella che da sempre è una prerogativa dell'Orchestra, ovvero facilitare un'atmosfera accogliente e divertente, per avvicinare tutti alla musica classica. In tal senso è da sempre molto attiva con i giovani delle scuole, che si entusiasmano alle lezioni-concerto ed alle attività loro dedicate. L’Orchestra partecipa regolarmente all'importante Festival dell’Aia ed è chiamata a tenere annualmente tournée in tutto il mondo, da sola o come parte della North Sea Symphony Orchestra. Recentemente grazie alla collaborazione con il S & L ‘Cultural Exchange Centre’ si è recata persino in Cina su invito del Ministero della Cultura della provincia di Jiangsu.

L'Associazione senza scopo di lucro Pro Musica Antiqua, che è l'Ente che ha reso possibile la tournée dell'Orchestra Sinfonica dell'Aia in Liguria, è impegnata da anni nell'attività concertistica e di formazione scolastica negli oratori e nei palazzi storici di Savona e provincia. Il suo intento principale è la valorizzazione e la divulgazione dell'arte e della cultura antica, particolarmente fra i giovani. Con grande successo ha realizzato negli scorsi anni, anche grazie al sostegno del Rotary e la Fondazione de Mari, le rassegne dedicate ai Papi Sisto IV e Giulio II, nonché per il 750° anniversario della morte di Dante Alighieri. Con l’arrivo dell’Orchestra dell'Aia, l'Associazione intende cogliere l’occasione per valorizzare i profondi rapporti culturali ed artistici tra Olanda e Italia, che raggiunsero il culmine nel Rinascimento.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium