/ Economia

Economia | 24 ottobre 2018, 15:47

All'aeroporto di Genova aumentano i voli Volotea, ma la compagnia resta sotto osservazione Enac

Cancellazioni di voli, overbooking e ritardi prolungati durante l'estate: l'Ente per l'Aviazione Civile aveva minacciato uno stop alla compagnia spagnola, che però sta collaborando. Nessuna sospensione, ma resta sotto valutazione

All'aeroporto di Genova aumentano i voli Volotea, ma la compagnia resta sotto osservazione Enac

L'Ente Nazionale per l’Aviazione Civile continua a tenere sotto osservazione Volotea, la compagnia aerea che ha base all'aeroporto di Genova e che proprio oggi ha presentato quattro nuove tratte che saranno operative dal prossimo giugno. Soltanto lo scorso agosto, l'Enac aveva richiamato Volotea dopo aver riscontrato "frequenti episodi di cancellazioni di voli, di overbooking e di ritardi prolungati" da parte del vettore spagnolo che provocavano notevoli problematiche ai viaggiatori, per giunta nel periodo del picco turistico estivo. 

L'Ente che disciplina il volo in Italia aveva persino paventato una sospensione dei voli per la compagnia asturiana. Era stato lo stesso direttore generale dell'Enac, Alessio Quaranta, a scrivere ai colleghi dell'omologa Autorità di controllo iberica e a Volotea, finita nel mirino delle verifiche nell'ambito della più ampia indagine sui disservizi di Ryanair, Blue Panorama e Vueling.

L'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile aveva chiesto immediate azioni correttive dopo le criticità e le lamentele emerse circa i disservizi contestati alla low-cost attiva nell'aeroporto genovese. 

Che cosa chiedeva l'Enac alla compagnia spagnola che ha base a Genova, prevedendo, in caso di difetto, persino lo stop dei voli? L'Ente ha sollecitato Volotea al "riallineamento degli operativi pianificati, adottando ogni iniziativa possibile per rispettare gli impegni assunti con la vendita dei biglietti, riducendo, in tal modo, i casi di overbooking e di cancellazioni per operativi troppo stringenti"

Lo scorso agosto, dopo le numerose segnalazioni dei viaggiatori per violazioni al regolamento sulla "compensazione e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato", l'Enac aveva comunicato al vettore iberico che, se non si fossero intrapresi atti correttivi, sarebbero state applicate le sanzioni di massima entità. Sino allo stop dei collegamenti che Volotea opera dallo scalo genovese.

Considerata la collaborazione della compagnia stessa e gli impegni assunti dopo la "strigliata", le attività di Volotea proseguono regolarmente. La compagnia, anzi, aumenta l'offerta proponendo quattro nuove destinazioni da Genova: Malaga, Malta, Corfù e Pantelleria. 

Ma l'Enac continua in ogni caso a tenere accesi i riflettori sulla compagnia che opera all'aeroporto Cristoforo Colombo di Genova, per verificare che gli impegni assunti da Volotea siano osservati, specialmente nel campo dell'applicazione del Regolamento 261 del 2004 in termini di assistenza e informazioni ai passeggeri e sotto l'aspetto della riprotezione dei viaggiatori che hanno acquistato il biglietto e sono incappati nei disguidi. 

"Penso che siano rimasti soddisfatti", ha detto oggi Carlos Muñoz, presidente e fondatore di Volotea, riferendosi a rassicurazioni e dati inviati agli accertatori dell'Enac. "Abbiamo collaborato da subito con l'ente italiano e con il nostro corrispondente spagnolo - ha affermato - Penso che quello che è successo quest'estate sia dipeso da una stagione impegnativa per tutte le compagnie aeree, specie in Italia e in Francia, dove i traffici erano saturi. Tutte le compagnie, compresa la nostra, hanno sofferto". 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium