/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2018, 18:41

Freddo in arrivo nelle prossime ore: lunedì è attesa la neve a quote basse

I fiocchi sono attesi in Liguria, specialmente nelle province di Savona e Genova

Freddo in arrivo nelle prossime ore: lunedì è attesa la neve a quote basse

La neve potrebbe fare capolino sulla nostra Regione nei prossimi giorni. Una intensa ondata di aria fredda proveniente dall'est europeo potrebbe coinvolgere l'Italia a partire dalla prossima settimana, portando le prime nevicate a bassa quota. 

Si legge sul sito meteorivieraligure.it: "Siamo ormai alle porte della prima ondata di freddo della stagione invernale 2018-2019. Già nella prossima notte, tra giovedì e venerdì, i primi refoli di aria fredda giungeranno sul Nord Italia favorendo un primo abbassamento delle temeprature sul Triveneto, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte. In Liguria il freddo si sentirà soprattutto in quota ed in montagna, mentre lungo le coste soffierà un forte vento di tramontana con raffiche fino a 60-70 km/h".

"Solamente nel weekend un nuovo afflusso di aria gelida di origine est-europea, raggiungerà il Nord Italia favorendo un'ulteriore abbassamento delle temperature e un abbassamento della quota neve fino alle quote di collina. I primi fiocchi potranno spingersi sino alle aree pedemontane del Piemonte occidentale e del Cuneese, con qualche fenomeno nevoso fino alle porte di Cuneo. Ma l'ondata di maltempo più intensa è prevista nei primi giorni della prossima settimana con l'arrivo di una nuova fase perturbata questa volta portatrice di piogge e nevicate fino a quote molto molto basse, specialmente sul basso Piemonte". 

"La neve infatti, soprattutto nella giornata di lunedì 19, potrà fare la sua comparsa fino a quote bassissime: sul basso Piemonte non escludiamo una spolverata di neve fino al piano nelle aree del Cuneese e fino a quote di bassa collina anche sin alle porte di Torino. Fiocchi che sono attesi questa volta anche in Liguria, specialmente nelle province di Savona e Genova, dove nevicherà fino al fondovalle nelle aree interne e sui versanti padani, ma sconfinamenti potranno verificarsi durante i rovesci più intensi anche sui versanti marittimi, fino a quote collinari (500-700m) - conclude - Prepariamoci quindi ad un evento di freddo particolarmente intenso per la fine della seconda decade di Novembre, e sarà opportuno rispolverare giacconi e piumini. L'ondata di freddo infatti non durerà solo qualche giorno, ma resteremo in un contesto piuttosto rigido almeno fino alla fine del mese". 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium