/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | mercoledì 28 novembre 2018, 11:50

Infortunio ad un operatore di neuropsichiatria infantile al Gaslini, l'allarme di Usb

Il sindacato Usb denuncia carenze organizzative a discapito della sicurezza degli operatori: "Del piano per contrastare la violenza agli operatori non sappiamo più nulla e sussiste la mancanza di formazione specifica"

Infortunio ad un operatore di neuropsichiatria infantile al Gaslini, l'allarme di Usb

Un operatore sanitario impiegato presso il reparto di neuropsichiatria infantile si è infortunato durante il servizio ai giovani pazienti: per il sindacato Usb è necessario intervenire per garantire maggiore sicurezza al personale e ai pazienti.

"Dopo un periodo di apparente tranquillità ecco nuovamente il verificarsi di un infortunio ad un operatore nel reparto di neuropsichiatria infantile - si legge in una nota stampa diffusa da Usb - Ormai sono anni che, non solo noi affermiamo che il reparto di Neuropsichiatria infantile del Gaslini non è adatto ad affrontare alcune problematiche. Questione che diverse volte è stata portata all’attenzione dell’assessore Viale che si era impegnata a creare posti letto specifici per adolescenti psichiatrici in fase di acuzie. Come è dimostrato non ha mantenuto fede a questo impegno e tutto è rimasto invariato rischiando quotidianamente l’incolumità di operatori e piccoli pazienti. Noi crediamo che questi piccoli pazienti abbiano diritto ad un’assistenza specifica ed efficace In questo l’amministrazione del Gaslini non ha alcuna responsabilità poiché non esistono posti letto dedicati a questa condizione in tutta la Regione Liguria. Ha però la responsabilità della sicurezza dei lavoratori che, come spesso denunciamo, non è sicuramente tra le priorità di questo istituto".

"Del piano per contrastare la violenza agli operatori non sappiamo più nulla e sussiste la mancanza di formazione specifica - si legge ancora nel documento -Continuiamo ad inviare richieste di intervento su svariate tematiche senza ricevere alcuna risposta da parte di una dirigenza sempre più lontana dalle istanze dei lavoratori e concentrata unicamente su sé stessa. Crediamo che sia un atteggiamento molto negativo e che non possa portare utilità ad un ospedale i cui lavoratori, nonostante tutto, continuano a fornire un’assistenza di eccellenza".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore