/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 06 dicembre 2018, 09:36

"Giornata di Genova", Ariotti (Lega): "Noi 'ostaggi' di facinorosi che protestavano contro nostre idee"

Durante i festeggiamenti della Lega, per la "Giornata di Genova" in un locale del centro storico, intervento della Polizia per la presenza di decine di manifestanti oppositori

"Giornata di Genova", Ariotti (Lega): "Noi 'ostaggi' di facinorosi che protestavano contro nostre idee"

Dopo la mozione passata in consiglio comunale sulla "Giornata di Genova", per celebrare Il Balilla, Giovan Battista Perasso, e la liberazione di Genova dagli Austriaci nel 1747 il 5 Dicembre è stato dedicato alle cerimonie in onore di quell'evento storico.

Nella mattinata rito ufficiale del Comune davanti al Monumento in Piazza Portoria, alla presenza di Fabio Ariotti, Consigliere Comunale, che ha presentato la mozione, e il consigliere Marco Ghisolfo del Municipio Centro Est. Dopo le cerimonie ufficiali i Giovani della Lega hanno organizzato una cena nella zona di Caricamento con altri esponenti politici, tra cui il Viceministro Edoardo Rixi e l'onorevole Andrea Crippa.

“Avevamo notato alcune persone sospette prima dell'inizio della cena, e infatti una di loro è riuscita rubare una bandiera all’interno del locale - ha spiegato Ariotti - ma dopo l'intervento delle forze dell'ordine tutto è tornato nella norma”.

Salvo poi, accorgersi che fuori del locale si trovavano “decine di queste persone, degli anarchici, appostate fuori dal ristorante, con atteggiamenti intimidatori e cartelli di protesta. La polizia è dovuta intervenire con alcune volanti, perché siamo rimasti in loro ‘ostaggio’”.

Dopo l’uscita dal ristorante del centro storico, Ariotti ha commentato: “Un atteggiamento che troviamo deplorevole e vergognoso, i soliti facinorosi che non accettano idee diverse dalle loro e vogliono fare prevalere le proprie con atteggiamenti intimidatori e antidemocratici. Non saranno di certo questi comportamenti a frenare le nostre battaglie, che portiamo sempre avanti con passione e rispetto di tutti, per un vero cambiamento, realmente tangibile. Noi andremo avanti, sempre”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore