/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 11 dicembre 2018, 18:53

Pd e Lista Crivello: "Su immigrazione e sicurezza dalla maggioranza soltanto chiusura"

Respinto dall'aula l'ordine del giorno fuori sacco proposto dalle forze di opposizione sulle conseguenze del Decreto Salvini in materia di migranti e sicurezza pubblica

Pd e Lista Crivello: "Su immigrazione e sicurezza dalla maggioranza soltanto chiusura"

 Il Consiglio comunale questo pomeriggio ha respinto l'ordine del giorno fuori sacco presentato da Partito Democratico e Lista Crivello (e votato anche dal consigliere Putti) sul tema di sicuro impatto per la città, come per gli altri Comuni: quello delle conseguenze del Decreto immigrazione e pubblica sicurezza sui nostri territori.

"Abbiamo presentato questo documento ormai dieci giorni fa - scrivono Pd e Lista Crivello in comunicato stampa congiunto dedicato al tema - e in questo periodo né la maggioranza di centrodestra né parte delle opposizioni hanno fornito elementi concreti utili e costruttivi per arrivare a un testo condiviso; con la sua astensione in pratica anche il gruppo del M5S ha approvato quanto previsto dal Decreto Salvini".

"Nell'ordine del giorno si chiedeva al sindaco e alla giunta di impegnarsi presso il Governo e il Parlamento per dare a tutti i sindaci d'Italia la possibilità di conoscere con certezza il numero dei richiedenti asilo presenti sul proprio territorio, attraverso l'iscrizione all'anagrafe, e conseguentemente poter determinare i servizi pubblici che i Comuni hanno l'obbligo di garantire - si legge ancora nella nota stampa -.

Inoltre, nel testo si impegnava sindaco e giunta a chiedere anche la modifica della legge relativamente all'esclusione dal registro anagrafico dei richiedenti asilo effettivamente soggiornanti sui territori e l'istituzione di un tavolo nazionale di concertazione con ANCI al fine di valutare le ricadute del decreto in termini economici, sociali e sulla sicurezza dei comuni".

 

"Quella che vorremmo sottolineare è anche la schizofrenia della maggioranza, che in giunta aveva approvato una delibera in cui venivano aumentati i posti Sprar a Genova, da noi ritenuto ottimo segnale, salvo poi, con il voto di oggi, esprimere un parere favorevole all'eliminazione dello strumento stesso degli Sprar - concludono Pd e Lista Crivello - Di questa situazione sconcerta soprattutto l'atteggiamento non propositivo, ma di muro contro muro, della maggioranza che ancora una volta, con il suo voto, dimostra di non voler intervenire su quella che si profilerà come una situazione di lesione dei diritti di tutti".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium