/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 20 dicembre 2018, 13:43

Circumnavigando Festival al Teatro Nazionale di Genova

Altri due spettacoli della manifestazione di circo contemporaneo curata dall’Associazione Culturale Sarabanda vanno in scena al Teatro Modena

Circumnavigando Festival al Teatro Nazionale di Genova

Dopo l’anteprima al Duse, il Teatro Nazionale di Genova ospita altri due spettacoli di Circumnavigando festival, la manifestazione di circo contemporaneo curata dall’Associazione Culturale Sarabanda, giunta quest’anno alla diciottesima edizione. Entrambi gli spettacoli saranno presentati al Teatro Gustavo Modena in prima nazionale: giovedì 27 dicembre alle ore 19.30 gli svedesi Mikkel Hobitz Filtenborg e Julien Auger presentano 100% CIRCUS mentre sabato 29 dicembre alle 20.30 arriva dalla Germania GAIA GAUDI, nuovo spettacolo della compagnia guidata dalla clown Gardi Hutter. Entrambi gli spettacoli sono adatti a un pubblico di tutte le età.

Mikkel Hobitz Filtenborg e Julien Auger si sono conosciuti a Stoccolma all’Università di Danza e Circo e in questo contesto hanno iniziato a collaborare. Una volta terminato il periodo di studi, entrambi hanno fatto esperienze diverse in giro per l’Europa, sino a che non hanno deciso di ritrovarsi per il progetto 100% CIRCUS. In scena i due utilizzano tecniche acrobatiche tradizionali in modo inusuale. L’obiettivo è sfidare i preconcetti con un lavoro ad alto tasso di ironia. Così i nostri proveranno a stare in equilibrio su un dito, in apnea all’infinito, sospesi per i capelli e via dicendo, sfidando in primis la gravità. Una particolare selezione di musiche etniche, dalle Hawaii all’Uzbekistan, dalla Mongolia alla Svizzera – fa da colonna sonora allo spettacolo.

Gardi Hutter è la “clownessa” più famosa d’Europa. Ha iniziato a farsi strada giovanissima in questo mestiere tradizionalmente poco frequentato dalle donne e oggi, con 40 anni di carriera sulle spalle, continua a girare il mondo con i suoi spettacoli. GAIA GAUDI affronta sotto diversi aspetti il rapporto tra nuove e vecchie generazioni. “Nella nostra società il ricambio generazionale non avviene più come un tempo. L’aspettativa di vita si è allungata, si va in pensione sempre più tardi, i giovani non riescono a trovare lo spazio che gli spetterebbe… Diventa fondamentale coltivare una relazione di scambio e dialogo tra generazioni anche nei posti di lavoro”, spiega Gardi Hutter, che per affrontare questa tematica ha deciso di portare sul palco la sua famiglia, quella vera, composta da due figli – il 32enne Juri Cainero e la 28enne Neda Cainero – e una nuora, Beatriz Navarro. La regia è curata da Michael Vogel, direttore artistico della Famille Flöez, altra affermata realtà teatrale europea. Ne viene fuori uno spettacolo di teatro circo “antropologico”, poetico e divertente.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium