/ Cronaca

Cronaca | 07 gennaio 2019, 16:29

Criscito e Palombo alla Befana solidale per sfollati e parenti delle vittime del Morandi

Grande festa al Circolo Merlino di Sestri Ponente. Le bandiere rossoblucerchiate hanno portato doni ai bambini e a chi ha vissuto più da vicino il dramma dello scorso 14 agosto. In rappresentanza del Comune, il consigliere Fabio Ariotti

Criscito e Palombo alla Befana solidale per sfollati e parenti delle vittime del Morandi

Epifania di solidarietà al Circolo Merlino di Sestri Ponente. È stata una festa del tutto particolare, quella di ieri, presso lo storico ritrovo sestrese, frequentato da moltissimi adulti e anche da altrettanti ragazzi e da sempre punto di riferimento di tutta la delegazione. La Befana ha portato doni per tutti, ma in particolare quest’anno l’attenzione è stata rivolta verso i parenti delle vittime provocate dal crollo, lo scorso 14 agosto, del Ponte Morandi.

L’evento è stato organizzato dal gruppo ‘Quelli del Ponte Morandi’, insieme alla collaborazione del Circolo Merlino e dell’associazione Fisherlandia. Tra i protagonisti, oltre a moltissimi bambini, pure due ospiti d’eccezione: le bandiere rossoblucerchiate Mimmo Criscito e Angelo Palombo.

Il capitano del Genoa e il collaboratore tecnico della Sampdoria hanno regalato un sorriso ai tanti presenti al Merlino di Sestri Ponente: oltre alla distribuzione dei doni, si sono raccolti fondi, il tutto destinato e pensato per le famiglie delle vittime e per gli sfollati del Morandi (le foto del servizio sono di Massimo Cazzola).

“Un'Epifania originale per i bambini e le persone presenti al circolo sportivo Merlino, e soprattutto un aiuto concreto per i parenti delle 43 vittime della tragedia del crollo del Ponte avvenuto il 14 agosto. Un momento importante per restituire serenità a chi ha vissuto da vicino questo dramma”: è il commento di Fabio Ariotti, consigliere comunale della Lega e presidente della Commissione Welfare, che era presente all’appuntamento in rappresentanza del Comune di Genova.

Tra gli invitati, inoltre, anche il presidente dell’Aeroporto Cristoforo Colombo Paolo Odone e Vladimiro Zullo del gruppo musicale I Trilli, mentre a presentare gli ospiti sono stati Carlo Barbero e Simona Cappelli.

Oltre a Criscito e Palombo, erano presenti alcune figure istituzionali, tra cui il presidente del Municipio VI Medio Ponente Mario Bianchi, e lo stesso Ariotti, che ha dichiarato: “Il 14 agosto tutto il mondo ha visto ciò che è successo alla nostra città, ma ha anche visto l’unione e il grande cuore dei genovesi, e sono queste le cose che rendono grande la nostra città”.

Presenti pure l’assessore Regionale Ilaria Cavo e l’assessore del Municipio Centro Ovest Caterina Patrocinio.

Mimmo Criscito fu tra i primi, nei giorni immediatamente successivi al crollo del Morandi, a raccontare la propria drammatica esperienza: “Quella mattina, sono atterrato a Genova alle 11.20 da Parigi, per fortuna non avevo bagagli, ho preso la macchina e sono andato a casa. Sono passato sul ponte poco prima del crollo ed è stata davvero questione di minuti, sono stato fortunato. Come capitano del Genoa sono vicino alle famiglie delle vittime, insieme a tutta la squadra. Faremo qualcosa, Genova è una città bellissima e dobbiamo restare uniti. Un messaggio alla città? Bisogna essere forti e guardare avanti, purtroppo molte persone non ci sono più. Voglio restare in contatto con le famiglie delle vittime”. Promessa mantenuta, da parte del capitano del Genoa, da sempre un modello, dentro e fuori dal terreno di gioco.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium