/ Cronaca

Cronaca | 20 gennaio 2019, 12:24

Sempre più cani vittima della parvovirosi a Genova, è allarme in città

La parvovirosi è un'infezione particolarmente pericolosa per i cani, che si diffonde attraverso il contatto con le feci infette di altri quadrupedi. Unico vero rimedio il vaccino, l'infezione in molti casi si può rivelare fatale

Sempre più cani vittima della parvovirosi a Genova, è allarme in città

Genova - Negli ultimi giorni sono morti ancora diversi cani a causa di una parvovirosi: si tratta di una patologia virale che i quadrupedi contraggono annusando feci infette di altri animali, e i casi in aumento nel capoluogo ligure preoccupano non poco i padroni di cani genovesi. Sampierdarena e Dinegro le aree cittadine in cui sono stati segnalati la maggioranza dei contagi, ma anche dalla Valpolcevera sono arrivate segnalazioni della pericolosa infezione. 

La patologia si diffonde da un animale all'altro attraverso le feci, basta un semplice contatto delle mucose nasali o salivari con deiezioni infette e il gioco è fatto. Ad aggravare il quadro c'è anche il fatto che non esiste una vera e propria profilassi una volta che la parvovirosi ha attaccato l'organismo: a quel punto l'unica terapia possibile consiste nell'allevare i sintomi (diarrea, vomito ed episodi emorragici anche gravi), nella speranza che il sistema immunitario dell'animale si riprenda e riesca a debellare il virus. Purtroppo non di rado l'esito dell'infezione è letale per i cani, in particolare nel caso di cuccioli e anziani, costituzionalmente più deboli ed esposti a complicazioni. Unica arma sicura contro la parvovirosi canina rimane la vaccinazione, disponibile ed efficace.

Il fenomeno sta preoccupando molto i proprietari di cani anche perché la malattia gli animali infetti possono non manifestare alcun sintomo o manifestarli solo dopo un periodo piuttosto prolungato, aumentando ila possibilità di propagare il contagio. solo il 20% dei cani infetti sviluppa poi i sintomi della malattia.

Oltre alla vaccinazione, una precauzione utile ad evitare il contagio del proprio amico a quattro zampe è impedire che entri in contatto con le feci di altri cani, o con animali non conosciuti. Si tratta certamente di un compito difficile, specialmente in parchi e giardini dove i cani spesso sono numerosi, ma non impossibile.

 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium