/ Cronaca

Cronaca | 24 gennaio 2019, 14:00

La burrasca su Genova mette in crisi i terminal portuali: chiusi Vte e Sech

Bloccato l'accesso ai varchi d'accesso e ai terminal a causa delle forti raffiche di vento che mettono in pericolo l'incolumità dei lavoratori. In città però scongiurato l'allarme ghiaccio: nessuna criticità sulla viabilità

La burrasca su Genova mette in crisi i terminal portuali: chiusi Vte e Sech

Oltre alla chiusura di parchi, giardini, cimiteri e transito di furgoni, motocicli e telonati in sopraelevata, disposta ieri dal Comune, si fermano anche i terminal portuali Vte e Sech: la decisione è stata presa per le raffiche di vento troppo forti, che non permettono di procedere nelle operazioni in sicurezza. Lo stop, che comprende anche i varchi di accesso, sta causando code e rallentamenti sul nodo autostradale, e sull'A10 si segnalano più di cinque chilometri di coda tra Arenzano e Genova in direzione del capoluogo.

Mentre per quanto riguarda la situazione in città e l'allarme gelata la situazione è sotto controllo. A dare conferma del fatto è il consigliere comunale con delega alla protezione civile Sergio Gambino: "Abbiamo cosparso di nuovo il sale, questa mattina sul 100% della viabilità collinare e siamo di nuovo intervenuti con il sale su tutti i percorsi cittadini che portano a scuole, ospedale, uffici pubblici e zone di grande afflusso. Non ci sono segnalazioni di problemi su nessuna strada".

Situazione dunque migliorata rispetto alla giornata di ieri, visto che nel pomeriggio i mezzi pubblici hanno fatto fatica ad "arrampicarsi" sulle zone collinari creando gravi disagi al sevizio e a tutto il traffico. "Ora è tutto nella normalità", sottolinea Gambino.

Delle criticità di ieri restano solo gli strascichi polemici con il Movimento 5 Stelle e il Pd che accusano l'amministrazione Bucci di aver sottovalutato la minaccia neve. Dal canto suo l'amministrazione civica h fatto sapere che di aver disposto in occasione dell'allerta neve "la salatura del 100% della viabilità collinare e del 40% della viabilità cittadina, come previsto dal piano di Protezione Civile".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium