/ Attualità

Attualità | 18 marzo 2019, 09:44

Santa Margherita, emergenza plastica: il "decalogo" della biologa Mariasole Bianco

Nella trasmissione Le Iene, la biologa ha lanciato l'allarme plastica, ma ha anche indicato quali accorgimenti adottare per evitare che il pianeta sia "soffocato" da questo materiale

Santa Margherita, emergenza plastica: il "decalogo" della biologa Mariasole Bianco

L'abbiamo vista nel servizio delle Iene, andato in onda domenica 17 Marzo, mentre, con altri volontari di Worldrise, raccoglieva la spazzatura su una spiaggia di Santa Margherita.

Sacchi pieni di plastica: cannucce, sacchetti delle merendine, accendini. E poi polistirolo, cotton fioc e altro ancora, come ha mostrato Mariasole Bianco, biologa intervistata dai microfoni della trasmissione di Italia Uno, e membro della Commissione Mondiale (Wepa) per la conservazione delle aree protette.

Tutta plastica che finisce nel mare, uccidendo pesci, uccelli e foche. Senza dimenticare le microplastiche, difficili da filtrare, anzi impossibili, derivanti dai capi d'abbigliamento che indossiamo e che laviamo in lavatrice (che contengono fibre sintetiche che derivano dalla plastica), dai dentrifrici e dai saponi con  microsfere, che contengono polietilene.

L'allarme lanciato in tutto il mondo è forte: l'intero pianeta è a rischio a causa dell'uso errato e spropositato che viene fatto di questo materiale, che non si smaltisce e che, andando a formare vere e proprie discariche marine, sta "ridisegnando" i confini delle coste di ogni continente.

Per questo occorre modificare il nostro stile di vita, per evitare la produzione e la dispersione di migliaia di tonnellate di plastica (8 milioni gettate in mare ogni anno).

Quali accorgimenti prendere per far sì che il nostro pianeta non ne venga "soffocato" lo ha spiegato Mariasole; si tratta di buone pratiche molto semplici, ma efficaci, che tutti noi possiamo adottare per non rischiare di arrivare al punto di non ritorno.

Ecco il "decalogo" di semplici accorgimenti da seguire:

- uso di buste per il lavaggio degli indumenti (acquistabili online, raccolgono le microfibre, che così non finiscono negli scarichi e quindi in mare)

- uso della borraccia al posto della bottiglietta di plastica

- eliminare l'uso delle cannucce

- eliminare l'uso dei sacchetti di plastica e usare il proprio in tessuto

- eliminare l'uso dei cosmetici e dentifrici con microgranuli

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium