/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 19 marzo 2019, 19:08

Foniatria del San Martino, il M5s: "Seri problemi derivanti dal tentativo di declassamento"

Il gruppo 5 Stelle in Regione Liguria: "Il tentativo di declassamento di Foniatria pone serie criticità ai pazienti, come i sette bambini che non riescono a sottoporsi a un esame importantissimo per l'udito"

Foniatria del San Martino, il M5s: "Seri problemi derivanti dal tentativo di declassamento"

"Nella Sanità ligure accade di tutto e a pagarne il prezzo sono sempre i pazienti, anche quelli più piccoli che dovrebbero invece avere priorità assoluta - dichiarano i pentastellati in Consiglio regionale -: il tentativo di declassare la struttura autonoma dipartimentale di Foniatria, e di metterla sotto il controllo di Otorinolaringoiatria, ha portato a una chiara confusione di ruoli all'interno del San Martino. La conseguenza? Da un mese e mezzo, sette piccoli pazienti sono in attesa di essere sottoposti a un esame importantissimo per l'udito. Attendono, appunto, e tutto tace! Eppure, la Commissione Sanità aveva chiesto espressamente, con voto a maggioranza, che Foniatria mantenesse la struttura autonoma dipartimentale, raccomandazione a sua volta recepita da una delibera di Giunta. La direzione generale del Policlinico tuttavia non ha ancora seguito questa direttiva".

"La questione è ora al vaglio della Commissione controlli, dove l'Ente verifica che gli atti della Giunta e del Consiglio vengano effettivamente eseguiti - spiegano i consiglieri -. Ebbene, in sede di audizioni sono emerse proprio queste gravissime criticità, legate al fatto che il macchinario necessario alle visite che prima Otorinolaringoiatria metteva a disposizione di Foniatria due volte la settimana non si muove dal reparto da un mese e mezzo. Il risultato? Le visite ai bambini con problemi di udito sono sospese e ciò è oltremodo grave. Mentre per tre piccoli pazienti si sono aperte le porte del Gaslini, per altri sette siamo in una situazione d’impasse e alle famiglie in attesa non resta che andare a farsi visitare fuori regione". 

"Chiunque avrebbe potuto prevedere che, disattendendo le direttive dell'organo programmatorio in sanità, saremmo arrivati a questo punto: proprio prevedendo queste criticità avevamo raccomandato di mantenere la struttura semplice dipartimentale - conclude entrando nello specifico la capogruppo Alice Salvatore -. Venire a sapere, in audizione, che la direttiva politica non è stata recepita dall’ospedale e che da un mese e mezzo sette bambini non vengono visitati ci indigna! All'assessore Viale chiediamo quali azioni intende adottare: farà rispettare la decisione della Commissione e della sua Giunta al policlinico San Martino".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium