/ Attualità

Attualità | 10 aprile 2019, 17:49

Ospedale Micone di Sestri Ponente: donati due refrattometri perdiatrici per il reparto di oculistica

Le nuove apparecchiature consentono la diagnosi precoce di miopia, ipermetropia, astigmatismo e "occhio pigro" nei bambini in età neonatale

Ospedale Micone di Sestri Ponente: donati due refrattometri perdiatrici per il reparto di oculistica

Si è svolta questo pomeriggio presso l’Ospedale Padre Antero Micone di Sestri Ponente la cerimonia di donazione di due refrattrometri binoculari mobili destinati al Reparto di Oculistica di Asl3. L’attrezzatura, finalizzata in particolare al sostegno dell’attività diagnostica pediatrica, è stata acquisita grazie all’iniziativa di ARCI, ANPI – Crevari Invade.

Durante la cerimonia, oltre al ringraziamento a nome dell’azienda da parte del Direttore dell’Ospedale Micone Eliano Delfino, in rappresentanza della Direzione Sanitaria Asl3, sono intervenuti Fabio Giacomelli, Direttore della S.C. Oculistica, che ha illustrato la funzione delle apparecchiature ricevute e della relativa integrazione nella quotidiana attività del Reparto, e i rappresentanti delle associazioni che hanno promosso la donazione.

"I due refrattometri - spiega il dott. Fabio Giacomelli, Direttore dell'Oculistica Asl3 - permettendo la refrazione a un metro di distanza in pazienti di fascia da zero a tre anni, forniscono una misura oggettiva della refrazione di entrambi gli occhi nello stesso momento, in condizioni di visione naturale, senza contatto con il volto del bambino. Le nuove apparecchiature consentono quindi una diagnosi precoce di miopia, ipermetropia, astigmatismo e ambliopia (il cosiddetto "occhio pigro"). Grazie all’utilizzo di queste apparecchiature - conclude il dott. Giacomelli - è possibile misurare la refrazione non solo di neonati e bambini, ma anche di adulti anziani e pazienti non collaboranti".

Negli ambulatori ortottici Asl3 presso gli ospedali Micone di Sestri Ponente e Villa Scassi di Sampierdarena, oltre all’esecuzione di visite oculistiche e valutazioni ortottiche per bambini nella fascia di età 0 – 14 anni, viene effettuato dal mese di marzo 2017 lo screening visivo per i bambini nati al Centro Nascite del Villa Scassi, il cui scopo è accertare l’integrità anatomica dell’apparato oculare e diagnosticare precocemente difetti refrattivi e alterazioni della motilità oculare che possono portare, se non trattati tempestivamente, alla compromissione della capacità visiva.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium