/ Sanità

Sanità | 10 aprile 2019, 17:26

PRESTIGE- Partecipi e RESilienTi: Invecchiare a Genova

L'incontro sulla prevenzione della fragilità di salute e della marginalità sociale della popolazione senior a Genova

PRESTIGE- Partecipi e RESilienTi: Invecchiare a Genova

Il progetto PRESTIGE- Partecipi e RESilienTi: Invecchiare a GEnova, propone una misura d’intervento per la prevenzione della fragilità di salute e dei rischi di marginalizzazione e isolamento sociale della popolazione anziana genovese.

Il progetto è finanziato dalla Fondazione Carige con il bando “Più Forti, meno Fragili”, realizzato in partenariato da Università di Genova, Auser Liguria e E.O. Ospedali Galliera.

Per la popolazione senior, la rilevazione delle condizioni di fragilità di salute e delle situazioni di marginalità sociale rimanda alla multidimensionalità e all’ibridazione di molteplici fattori generativi, che associano lo stato fisico e cognitivo dell’individuo a variabili di tipo socioeconomico, interessando il reddito, gli stili di vita, le esperienze professionali e le mansioni svolte nella fase lavorativa, il capitale sociale e l’isolamento delle persone. 

La capacità di prevenire, individuare precocemente e intervenire sulle condizioni di pre-fragilità e di disagio sociale diviene, pertanto, strategica nel contesto demografico genovese. Tali aspetti e la loro diffusione sul territorio rappresentano gli obiettivi primari del progetto PRESTIGE, realizzato attraverso una combinazione di attività di screening, informazione e orientamento rivolte alla popolazione anziana genovese, che saranno presentate e illustrate durante il convegno inaugurale.

Il territorio genovese è notoriamente interessato da un significativo processo di invecchiamento demografico. In base alle statistiche comunali del 2017, Genova ha un indice di vecchiaia pari a 252,9 cittadini over 65 ogni 100 minori sotto i 15 anni. La stessa popolazione con più di 65 anni rappresenta il 28,4% della popolazione residente e ben il 32% degli ultrasessantacinquenni vive da solo. Simili processi d’invecchiamento implicano interventi di prevenzione sul piano socioeconomico e sanitario, imponendo una maggiore attenzione per la componente più marginalizzata della popolazione anziana, specie laddove la fragilità di salute sia associabile a peggioramento delle condizioni socioeconomiche, nonché a situazioni di marginalità e isolamento sociale.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium