/ Cronaca

Cronaca | 11 aprile 2019, 13:56

Il Csm dice no al trasferimento di Zucca, ma censura le frasi sui "torturatori" in polizia

Le dichiarazioni del pm nel processo sul pestaggio avvenuto durante il G8 del 2001 nella scuola Diaz risale a un convegno sul caso Regeni: "I nostri torturatori sono ai vertici della polizia, come possiamo chiedere all'Egitto di consegnarci i loro torturatori"

Il Csm dice no al trasferimento di Zucca, ma censura le frasi sui "torturatori" in polizia

Il sostituto pg di Genova Enrico Zucca, il pm nel processo sul pestaggio del 2001 alla scuola Diaz, non verrà trasferito: il Consiglio Superiore della Magistratura ha chiarito che non esiste nessuna "incompatibilità ambientale" per .

Il magistrato era finito al centro della polemica a seguito delle sue dichiarazioni sui "torturatori" promossi in ruoli dirigenziali nella polizia. Zucca durante un convegno sul caso Regeni aveva dichiarato: "I nostri torturatori sono ai vertici della polizia, come possiamo chiedere all'Egitto di consegnarci i loro torturatori".

Il Csm ha approvato a maggioranza l'archiviazione della pratica, con 14 voti a favore, 2 contrari e 7 astensioni, tra cui i togati di Area e Davigo, pur censurando l'espressione, definita "inopportuna".

Redazionie

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium