/ Politica

Politica | 11 aprile 2019, 10:27

Economia e lavoro, la ricetta di Viotti: “Responsabilità sociale d’impresa e armonizzazione del fisco nell’UE”

L’Eurodeputato del Pd analizza la situazione economica e lavorativa in Italia e in Europa: “Puntiamo sui giovani, l’Europa deve vincere questa sfida”

Economia e lavoro, la ricetta di Viotti: “Responsabilità sociale d’impresa e armonizzazione del fisco nell’UE”

Puntare sui giovani, armonizzare il fisco nell’UE e introdurre la responsabilità sociale d’impresa. Sono questi alcuni dei passaggi fondamentali della ricetta delineata dell’Eurodeputato Daniele Viotti per rilanciare economia e lavoro in Italia e in Europa. 

Le imminenti elezioni europee sono la perfetta occasione per la redazione di un bilancio su quanto fatto dall’Unione Europea, sul ruolo dell’Italia e su quanto ancora c’è da fare per migliorare la situazione attuale: “Su economia e lavoro abbiamo fatto molto, ma possiamo fare molto di più” spiega Viotti. “Penso innanzitutto alle industrie e alle imprese del nostro territorio: ai piccoli produttori in Lombardia, alle grandi imprese che ci sono. Ho visitato la Embraco, Pernigotti, la Polioli a Vercelli. Così come penso alle nostre produzioni tipiche: a chi produce formaggi nelle nostre regioni, a chi produce vino, a chi produce l’olio e le olive. Penso anche all’importanza di due porti strategici come quello di Vado e Savona e quello di Genova: infrastrutture su cui noi dobbiamo puntare moltissimo. Su economia e lavoro c’è molto da fare, puntando soprattutto sui giovani e puntando ad avere delle garanzie sociali per i giovani quando rimangono senza lavoro: l’Europa deve vincere questa sfida con un’assicurazione europea contro la disoccupazione e incentivi soprattutto alla ricerca e alle imprese innovative presenti sul territorio” spiega l’Eurodeputato.

Una sfida senz’altro difficile viste le condizioni economiche attuali, ma non impossibile. Anzi. Le istituzioni, dal canto loro, sono nella posizione di creare le condizioni legislative per favorire la ripresa economica e la tutela del lavoro. In tal senso, Viotti si pone due grandi obiettivi per la prossima legislatura: “In primis voglio ottenere una direttiva europea sulla responsabilità sociale d’impresa: significa che un’impresa deve farsi carico anche del territorio e quando decide di chiudere deve pensare alle ricadute ambientali e sociali”. Non manca poi un pensiero alla questione fisco, un fattore che soprattutto in Italia cambia radicalmente i costi del lavoro: “Voglio ottenere un’armonizzazione del fisco all’interno dell’Europa: non possiamo pensare di avere degli stati membri che facciano concorrenza all’Italia, alla Francia o altri paesi. Le nostre imprese devono rimanere sul nostro territorio senza che ci sia concorrenza da parte di altri stati sul fisco, sul lavoro e sul costo del lavoro”. Responsabilità sociale d’impresa e armonizzazione del fisco nell’UE: questa la ricetta di Viotti per rilanciare economia e lavoro in Italia e in Europa.

 

 

Andrea Barisotto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium