/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 14 maggio 2019, 18:45

Finanzieri alla sedi del gruppo Biasotti: il senatore non è nel registro indagati

Gli inquirenti indagano su una presunta truffa che grazie a false fatturazioni avrebbe consentito di far sfuggire al fisco oltre 2 milioni di euro di Iva non pagata

Finanzieri alla sedi del gruppo Biasotti: il senatore non è nel registro indagati

Genova - Il senatore Biasotti non è indagato nell'ambito dell'inchiesta che oggi ha portato i militari della guardi di finanza a perquisire le sedi del gruppo che porta il nome dell'ex presidente della Regione Liguria; la precisazione arriva dalla stessa procura.

I finanzieri genovesi hanno acquisito documentazione cartacea e informatica presso le sedi di Autobi, Novelli 1934, Bimauto (aziende del gruppo Biasotti), e Autoveicoli Erzelli spa.

L' ipotesi di reato che è al vaglio degli inquirenti è di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici e connessa evasione dell'Iva per oltre due milioni di euro, per il periodo che va dal 2014 al 2016. Sono in corso accertamenti per gli anni 2017 e 2018.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium