/ Eventi

Eventi | 22 maggio 2019, 17:54

A scuola di scrittura in Municipio: l’incontro con Sergio Badino

Domani, presso il IV Media Valbisagno, in piazza dell’Olmo, si apre la seconda edizione della ‘Festa del Libro e della Lettura - Valbisagno comunità che legge’: ci sarà anche il fondatore e guida di StudioStorie, che lavora per Disney e Sergio Bonelli

A scuola di scrittura in Municipio: l’incontro con Sergio Badino

A scuola di scrittura in Municipio. Domani, presso il IV Media Valbisagno, prende il via la seconda edizione della ‘Festa del Libro e della Lettura - Valbisagno comunità che legge’, che prevede incontri, laboratori e iniziative sino al prossimo 27 maggio.

La rassegna ha il patrocinio del Comune di Genova. Domani, giovedì 23 maggio, alle ore 20,30, presso l’Aula Consiliare del Municipio IV, in piazza dell’Olmo, si terrà il quarto incontro della settima edizione del corso di narrativa e scrittura creativa di StudioStorie, la scuola fondata e guidata da Sergio Badino, sceneggiatore professionista per i fumetti di Walt Disney e Sergio Bonelli Editore, oltre che scrittore sia per adulti che per ragazzi.

L’incontro, a ingresso libero, propone una serata insieme, dedicata a lettura e a scrittura, volta anche a conoscere l’offerta formativa di StudioStorie. “Il programma della lezione - afferma Sergio Badino - prevede, tra le altre cose: lettura e analisi del racconto ‘Il cuore rivelatore’, di Edgar Allan Poe; lettura e analisi di un capitolo tratto dal romanzo breve ‘In villa’, di William Somerset Maugham; lettura e commento di alcuni racconti scritti dagli studenti. La mia è una scuola di storytelling fondata nel 2012. L’occasione, aperta a tutti, è di conoscere il corso e l’offerta formativa di StudioStorie. L’obiettivo del corso è arrivare a conoscere le tecniche di costruzione di un buon racconto: il primo passo per la scrittura di un grande romanzo. Qual è il segreto di un incipit a effetto? Come si elabora uno stile personale? Come servirsi dei diversi punti di vista? Come caratterizzare un personaggio? Cosa distingue un dialogo pessimo da uno efficace? Come far sì che il lettore non voglia staccarsi dalle nostre pagine? Qual è il modo migliore per coniugare sintesi di scrittura ed espressività di linguaggio? A tutto questo cerchiamo di dare delle risposte”.

‘Valbisagno, comunità che legge’ è giunto alla seconda edizione. La festa è concepita come un evento ‘diffuso’, con esperienze di lettura realizzate un po’ dovunque, qua e là per il territorio. Si leggerà nei giardini, lungo le creuze, su un antico ponte, sul sagrato delle chiese, nelle caffetterie, in piscina, all’interno delle sedi associative, davanti a un aperitivo, durante una cena o sotto le stelle. La manifestazione è inserita nel Festival dello Sviluppo Sostenibile e nel Maggio dei Libri, due eventi a carattere nazionale che affrontano i temi dell’inclusione sociale, della pace e della qualità della vita nelle città. Il programma completo si può consultare qui: https://festalibrovalbisagno.wordpress.com.

Badino, attivo da anni tra Genova e Milano, è uno degli sceneggiatori e degli autori più affermati della sua generazione. È originario della Val Bisagno. Oltre alla sua scuola, StudioStorie, in corso Solferino, insegna alla Scuola Internazionale di Comics di Genova e all’Università IULM di Milano. Dal 2001 scrive sceneggiature di fumetti Disney per ‘Topolino’, e dal 2009 anche per Bonelli (‘Martin Mystère’ e ‘Dylan Dog’). Ha pubblicato saggistica con Zanichelli e con Tunué, oltre a due romanzi con Liberodiscrivere; ha scritto serie animate per Rai e per Mediaset. A gennaio 2020 uscirà, per le edizioni Dehoniane, il suo primo romanzo per ragazzi, dedicato al tema della Shoah.

Il prossimo appuntamento con StudioStorie è, a partire dal 4 giugno e sino al 25 giugno, ‘Raccontare la scienza’, un corso per comunicare notizie scientifiche e distinguerle da bufale e fake news. Sarà condotto da Alfonso Lucifredi, naturalista e giornalista scientifico, e si terrà presso la sede della scuola di scrittura (in corso Solferino 8/3) per quattro martedì consecutivi, dalle 20,30 alle 22,30.

Grazie a questo corso, sarà possibile conoscere le tecniche fondamentali per raccontare la scienza al pubblico. I formati affrontati saranno i più diversi: dai periodici ai libri, dalle mostre ai festival scientifici, dai social network ai media tradizionali. Il corso è aperto a tutti: scienziati, aspiranti divulgatori, ma anche e soprattutto curiosi e appassionati. È ricco di attività pratiche per affinare da subito le proprie capacità.

“La scienza - afferma Alfonso Lucifredi - è ormai un elemento imprescindibile della nostra società. Gli oggetti che utilizziamo, il cibo che mangiamo, le nuove forme di comunicazione e gli ultimi sviluppi della medicina hanno profondamente cambiato il volto del nostro mondo. Per restare al passo è fondamentale conoscere e capire cosa vi sia dietro una notizia scientifica, come interpretarla e, non meno importante, distinguerla da bufale e fake news. Allo stesso modo è importante, per chi lavora nel settore, trovare un modo efficace e moderno per raccontare le scoperte scientifiche al grande pubblico. E questo vale sia per accademici e ricercatori, sia per giornalisti e professionisti della comunicazione. La società è cambiata, le conoscenze scientifiche sono cambiate, e con loro anche le tecniche di comunicazione”. Informazioni su www.studiostorie.com o scrivendo a info@studiostorie.com.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium