/ Provincia

Provincia | 30 maggio 2019, 10:31

Al via la terza edizione di Cotonfioc Festival 2019

Durante le giornate in cui si svolge la rassegna è possibile immergersi in un’atmosfera stimolante, curiosare tra i banchi del mercato delle autoproduzioni, lasciarsi ispirare dalle opere in mostra, partecipare a workshop multidisciplinari con esperti del settore, assistere a conferenze a tema, godersi un’area street food, serate musicali e performance live

Al via la terza edizione di Cotonfioc Festival 2019

Per il secondo anno di fila, si è scelto per il festival un luogo spogliato della propria identità: il complesso ottocentesco dell’ex Ospedale Psichiatrico di Genova Quarto dei Mille.

La rassegna contribuisce, in programma il prossimo 15 e 16 giugno, a un ampio processo di riqualificazione sociale che vede come protagonisti lo spazio e i suoi abitanti e invita la cittadinanza a riflettere nuovamente sulle potenzialità di questo luogo carico di storia.

I cancelli dell’ex OP apriranno ai visitatori sabato dalle 14.00 alle 24.00, con l’inaugurazione di cinque mostre; l’apertura della mostra-mercato; due cicli di conferenze; tre workshop; due serate dedicate all’intrattenimento musicale, in collaborazione con il collettivo Code War.

In mostra le venticinque tavole vincitrici dell’omonima Call CFF19, a cui hanno partecipato 150 artisti:

 

Isidoro EasyWeasy Acquaviva, Andy McFly, Lorenzo Badioli, Ermanno Cavaliere, Roberto Cerreto, Francesco Del Re, Irene Delvai, Luca Di Giamberardino, Virginia Gabrielli, Luca Guadagnini, Linda Katër, Alberto Lot, Giulia Martinelli, Caterina Marvaso, Simone Massafra, Cinzia Piazza, Daniele Porcari, Gianni Puri, Alessandro Ripane, Davide Bart Salvemini, Chiara Sarri, Matteo Signorelli, Stefano Stecchelli (To Nowhere Studio), Daniel Trudu, Lilla Turi

 

Alla valutazione delle candidature hanno contribuito Zoe De Luca, fondatrice di Diorama editions, Renato Fontana, fondatore di Italianism e PPPattern, Simone Sbarbati, co-fondatore e direttore di Frizzifrizzi, Gossypium Ass. Culturale

 

“Vincendo il timore, si apre la prospettiva della scoperta: la crepa non si rivela uno squarcio sull’abisso, ma semplicemente uno scheletro forte e solido ricoperto da strati di fragili sovrastrutture".

Oltre cinquanta banchi di editoria indipendente, illustrazione e autoproduzione, con sessanta artisti e collettivi in esposizione.

Destinati sia a bambini e ragazzi sia ad adulti, aperti sia agli addetti ai lavori sia a chi per la prima volta desidera approcciarsi al mondo delle arti visive e della stampa, verranno curati da PICA (cianotipia), Barbara Ventura (Kintsugi), Lino’s & Co. Bottega di Genova (stampa a caratteri mobili - per bambini).

Le iscrizioni sono esclusivamente disponibili online, alla pagina https://www.eventbrite.it/o/cotonfioc-festival-17280231777

 

Due cicli di conferenze in programma:

 

  • Sabato 15/06, dalle 15:00 alle 18:00, si parla di autoproduzione e arti visive, con la moderazione di Anna Daneri, tra le fondatrici e curatrici di Peep-Hole (centro d’arte contemporanea indipendente con sede a Milano);
  • Domenica 16/06, dalle 15:00 alle 18:00, si discute di architettura e riqualificazione urbana, con la moderazione di Pietro Millefiore, docente dell’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Parteciperanno AIAP Liguria, Caffè Design, Numero Cromatico, Print Club Torino, Alterazioni Video e Fosbury Architecture, i cui componenti curano anche il progetto Incompiuto Siciliano, l’Associazione Olinda responsabile delle attività di riconversione dell'ex O.P. Paolo Pini di Milano.

Sabato 15/06, a partire dalle 19:00, dj-set e live elettronici, in collaborazione con il collettivo Code War. Domenica 16/06, a partire dalle 19:00, live acustico.

 

Con la partecipazione di Andromaca, Irene Buselli, Follow The River, Franco, Modus, Phomea.

 

 

In occasione di Cotonfioc Festival sarà inoltre presentata la pubblicazione in forma di posterzine realizzata dall’Associazione Gossypium e dedicata ai luoghi inconsueti della città di Genova con una particolare rilevanza storica o architettonica.

Inoltre, per tutta la durata del festival saranno allestite proiezioni e installazioni e sarà presente un’area ristoro.

Il programma dettagliato è consultabile e scaricabile su www.cotonfiocfestival.com.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium