/ Eventi

Eventi | 31 maggio 2019, 13:34

Martedì a Palazzo ducale l'evento “Genova, città e architettura nel ‘900”

Enrico D. Bona racconta l'apporto dei grandi architetti non genovesi, dal milanese Franco Albini al romano Ludovico Quaroni

Martedì a Palazzo ducale l'evento “Genova, città e architettura nel ‘900”

Penultimo appuntamento con il ciclo “Genova, città e architettura nel ‘900” promosso e organizzato dalla Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova: martedì 4 giugno alle 17,45 a Palazzo Ducale – presso la Sala del Minor Consiglio, con possibilità di spostarsi al Gran Consiglio nel caso in cui venisse confermata la grande affluenza degli appuntamenti precedenti – sarà la volta della conferenza“Genova per noi: l’apporto degli architetti non genovesi”, tenuta da Enrico Davide Bona.

 

Un excursus sugli interventi degli architetti “ospiti” della città di Genova di varia estrazione e provenienza, al di là del loro valore intrinseco. «Un fenomeno che trova nel corpo urbano della città una tradizione quasi eccezionale nel panorama italiano, tanto da fare di Genova un atlante dei registri architettonici che ne hanno segnato, in particolare, l’ultimo secolo di storia. Si pensi agli estremi rappresentati dalla “milanesità” di Franco Albini e dalla “romanità” di Ludovico Quaroni», spiega Enrico D. Bona.

 

Enrico D. Bona, laureato alla facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, è stato professore associato di progettazione architettonica all’Università di Genova e ha partecipato a seminari e corsi integrativi in facoltà europee e nord americane, tra cui l’Ila&Ud di Giancarlo De Carlo, e a cavallo degli anni ’70 è stato redattore capo di Casabella. Attraverso il suo studio di Milano, con sedi a Genova e Parigi, a livello professionale è impegnato dalla scala dello urban design a quella dell’industrial design, settore nel quale ha ricevuto premi e segnalazioni in Italia e all’estero. A Genova ha seguito, tra l’altro, la ristrutturazione dell’Albergo dei Poveri e, nel 2018, è stato membro della Commissione giudicatrice per Ponte Morandi.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium