/ Cronaca

Cronaca | 12 giugno 2019, 09:59

Gruppi di preghiera contro il Gay Pride: la Curia di Genova dice no

Il tam-tam era partito su Facebook e l'invito era a fare un rosario "Per riparare le offese ai Santissimi Cuori di Gesù e Maria arrecate dal Gay Pride 2019"

Gruppi di preghiera contro il Gay Pride: la Curia di Genova dice no

Il tam-tam era partito su Facebook e l'invito era a recitare un rosario "Per riparare le offese ai Santissimi Cuori di Gesù e Maria arrecate dal Gay Pride 2019".

E in effetti in alcune città come Roma, mentre i manifestanti erano 700 mila, un gruppo di Militia Christi di circa 30 persone, pregava per strada.

Lo stesso si sarebbe dovuto fare a Genova, ma, rispetto a quella di altre città, la Curia cittadina lo ha impedito.

Come riporta, infatti, il sito http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/ in un aggiornamento dell'11 Giugno: "Siamo spiacenti di dover avvisare che la curia arcivescovile di Genova ha chiesto ai sacerdoti responsabili delle chiese sotto indicate di annullare i momenti di preghiera di riparazione pubblici già programmati. Invitiamo pertanto i fedeli interessati alla riparazione di pregare altrove, in comunione spirituale".

Gli incontri, infatti, si sarebbero dovuti svolgere, per "riparare alle offese" del Gay Pride Liguria a Genova  nella chiesa di Santa Marta nella chiesa di San Pio X, nell’abbazia di Santo Stefano. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium