/ Attualità

Attualità | 13 giugno 2019, 15:16

“Genoa Shipping Week”: le visite a bordo delle navi della Marina

La goletta Palinuro, la nave classe Dattilo, la fregata Bergamini, il sottomarino classe Todaro, sosteranno a Genova dal 23 al 30 giugno

“Genoa Shipping Week”: le visite a bordo delle navi della Marina

La goletta Palinuro, la nave classe Dattilo, la fregata Bergamini, il sottomarino classe Todarososteranno a Genova dal 23 al 30 giugno nell’ambito della “Genoa Shipping Week” organizzata da Assagenti - Associazione Agenti e Mediatori Marittimi.

 

Le unità navali saranno visitabili gratuitamente da tutti i cittadini adulti e minorenni in grado di camminare autonomamente.

 

È obbligatoria la prenotazione online – da venerdì 14 a mercoledì 19 giugno alle ore 18 – partendo dall’homepage del sito www.comune.genova.it, per poi accedere ai link di prenotazione Eventbrite, scegliendo giorno e orario di visita.

Sono previsti giorni e orari di visita diversi per ciascuna delle quattro unità navali; le navi ormeggeranno sia in aree di demanio portuale che urbane. Durante i giorni di ormeggio delle navi in aree demaniali-zona Stazioni Marittime, il punto di accoglienza per i cittadini è il varco di Ponte dei Mille, presso Stazioni Marittime; nei giorni di ormeggio presso calata Molo Vecchio - Magazzini del Cotone, il punto di accoglienza è direttamente sotto nave.

È necessario recarsi almeno un quarto d’ora prima dell’orario visita portando un documento di riconoscimento. Indossare scarpe antiscivolo e pantaloni anche per le donne, e non indossare scarpe con tacchi.

I marinai accoglieranno i gruppi e, se in area demaniale, accompagneranno i visitatori all’ingresso della nave con un breve tragitto a piedi.

 

II giorno precedente le visite prenotate si consiglia di controllare le informazioni sulla pagina del sito del Comune per eventuali aggiornamenti relativi al luogo di accoglienza quando le navi sosteranno in area demaniale.

E’ opportuno stampare la prenotazione e portarla al momento della visita.

 

L’organizzazione delle visite guidate per la cittadinanza è frutto della collaborazione tra: Ministero della Difesa-Marina Militare, Comune di Genova/Direzione Porto e Mare e Delega Porto e Mare, Autorità di Sistema Portuale, Direzione Marittima di Genova, Stazioni Marittime di Genova, Assagenti.

 

Anche questo evento offrirà ai cittadini l’opportunità di conoscere da vicino altri gioielli della nostra Marina Militare e della Guardia Costiera: «Dopo il successo di partecipazione alle visite della portaerei Cavour e della fregata Rizzo, l’idea di organizzare un nuovo ciclo di visite è stata accolta anche dalla mia Direzione Porto e Mare con entusiasmo - afferma il consigliere delegato Francesco Maresca -. Queste nuove possibilità realizzano la mia volontà di avvicinare genovesi e turisti alla vita in porto, facendolo conoscere e motivandoli per altri eventi che coinvolgano la scoperta di mestieri e realtà portuali».

 

 

Caratteristiche delle unità navali:

 

Goletta Palinuro: è impiegata come nave-scuola per addestrare gli allievi sottufficiali della Marina Militare, come l’Amerigo Vespucci, destinata invece all’addestramento degli allievi ufficiali. E' un veliero a tre alberi in acciaio, un albero maestro alto oltre 34 m. Lunghezza totale 69 metri e una superficie velica di 1.000 mq; raggiunge una velocità di 8 nodi (15 km/h).

 

Nave classe Dattilo: pattugliatore d’altura a lungo raggio della Guardia Costiera, varato nel 2012. Tra le sue attività rientrano quelle umanitarie e di soccorso (operazioni Mare Nostrum e Triton), potendo imbarcare fino a 600 naufraghi per brevi periodi. Ha una lunghezza di 94 metri e raggiunge una velocità max di 18 nodi (35 km/h).

  Fregata Bergaminiè un lanciamissili dotato di uno dei più moderni sistemi radar, di artiglieria e missilistici, svolge attività di lotta anti-sommergibile, anche con l'ausilio di 2 elicotteri.Ha una lunghezza di 144 metri e raggiunge una velocità di circa 30 nodi (oltre 55 km/h). 

Sommergibile classe Todaro: costruito in Italia su licenza tedesca; permette di operare in immersione fino a 3 settimane senza mai riemergere, rimanendo completamente invisibile. E’ lungo quasi 56 metri, si immerge fino a una profondità di 400 metri, raggiunge una velocità massima in immersione di 20 nodi (37 km/h).

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium