/ Attualità

Attualità | 21 giugno 2019, 14:21

Pronto il bando di Regione Liguria per la ristrutturazione de complesso Hennebique

Il presidente Toti: "Opera di riqualificazione più importante mai realizzata nel porto di Genova"

Pronto il bando di Regione Liguria per la ristrutturazione de complesso Hennebique

E’ pronto il bando pubblico con cui l’Autorità Portuale del Mar Ligure Occidentale invita chiunque abbia interesse a farsi avanti per la ristrutturazione e la gestione del silos Hennebique. Da oggi sarà a disposizione sul sito dell’Autorità Portuale (www.portsofgenoa.com) fino al termine previsto per la presentazione delle domande, il 31 ottobre.

La manifestazione di interesse è stata presentata questa mattina dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, dal sindaco di Genova Marco Bucci e dal presidente del Porto Paolo Emilio Signorini.

A due mesi di distanza dalla presentazione della scheda tecnica per il recupero ad uso urbano del fabbricato collocato a Ponte Parodi, nel Porto Antico, tra i primi ad essere costruiti tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 con la tecnica del cemento armato, l’Autorità Portuale ha fissato tutti gli elementi caratterizzanti la concessione. A cominciare dallo scopo, quello di ristrutturare e gestire il compendio demaniale “Hennebique”, dalla durata 90 anni e poi dal canone demaniale fissato in 375.000 euro annuali, a partire dall’anno solare successivo all’anno di rilascio della concessione.

Il recupero del silos era stato posto tra le priorità fissate da Regione Liguria e dal Comune di Genova che si sono mossi congiuntamente  per modificare le destinazioni d’uso dell’edificio, ampliate ad attività alberghiera, commerciale, residenziale e servizi pubblici, per renderlo così appetibile per futuri investitori vista anche la posizione strategica in cui è collocato, lungo l’arco del Porto Antico, con vista sul mare e sul centro storico della città, accanto al Terminal crociere di Genova e vicino alla stazione ferroviaria di Principe.

Visto il contesto urbano circostante, la riqualificazione dell’edificio può costituire una potenziale cerniera tra il porto antico e il polo crocieristico e turistico-ricreativo in via di sviluppo, andando a completare la riqualificazione del waterfront cittadino.

“Con la pubblicazione del bando abbiamo mantenuto gli impegni che ci eravamo assunti per riqualificare un manufatto eccezionale – ha spiegato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – Crediamo molto nelle potenzialità di questa struttura, proprio per la sua collocazione baricentrica rispetto a tutta una serie di funzioni e siamo convinti che ci possa essere molto interesse in proposito, perché sarebbe uno splendido biglietto da visita per chi arriva a Genova, come era emerso anche nel corso della presentazione del progetto di Hennebique nella grande vetrina internazionale del MIPIM di Cannes. Riteniamo che molti soggetti possano essere interessati e che rientri a pieno titolo in quella ricostruzione del porto di Genova che è partita con il Porto Antico di Renzo Piano, per proseguire con il waterfront di Levante e che continuerà con Hennebique edificio deputato a ospitare eventi molto importanti”.

“Il progetto di Hennebique ridisegna un’altra parte importante del fronte mare della città, aiutandoci anche nello sviluppo turistico di Genova – ha aggiunto il sindaco di Genova Marco Bucci -  Si tratta di un piano molto interessante a cui stiamo lavorando di concerto con tutti gli enti coinvolti, un grande esempio di coordinamento che ci porterà ad un grande risultato. Sono sicuro che la riqualificazione di Hennebique, già presentata nell’ultima edizione al MIPIM di Cannes, susciterà l’interesse di tanti gruppi imprenditoriali”.

“Come annunciato all’ultimo MIPIM di Cannes – ha concluso il presidente dell’Autorità del Mar Ligure Occidentale Paolo Emilio Signorini -  pubblichiamo oggi il bando per assegnare la concessione di Hennebique. Entra così nel vivo del confronto con il mercato l’intervento a cui lavoriamo da oltre un anno in stretta cooperazione con Regione, Comune, Soprintendenza, Università di Genova e Commissario straordinario per la ricostruzione del Ponte che ha inserito il recupero di Hennebique nel Programma straordinario di investimenti urgenti per la ripresa e lo sviluppo del porto. Genova attende da oltre 30 anni la riqualificazione di questo meraviglioso edificio che speriamo possa nascere insieme al nuovo Ponte”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium