/ Politica

Politica | 01 luglio 2019, 16:49

Soprallouogo della vicepresidente Viale all'ospedale San Martino per l'emergenza temperatura

La vicepresidente: "Tecnici al lavoro per montare nuovi split per ari condizionata, situazione migliorata. Urgente un piano nazionale di edilizia sanitaria, insufficienti risorse stanziate dal ministero"

Soprallouogo della vicepresidente Viale all'ospedale San Martino per l'emergenza temperatura

Sopralluogo questa mattina della vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale all’Ospedale Policlinico San Martino per verificare lo stato di avanzamento degli interventi predisposti per far fronte all’ondata di calore che soprattutto venerdì e sabato scorsi hanno interessato Genova e la Liguria.

“L’Ospedale Policlinico San Martino è la struttura dove è registrata la maggiore criticità a causa del caldo – afferma l’assessore Viale – con forti disagi per i pazienti in particolare in Pronto soccorso e nei reparti agli ultimi piani del Monoblocco. Con la direzione strategica e Alisa abbiamo effettuato già venerdì una pianificazione degli interventi e oggi ho trovato una situazione migliorata rispetto ai giorni scorsi, soprattutto nelle stanze di degenza. I tecnici sono al lavoro da questa mattina per il montaggio dei primi ‘split’ in pronto soccorso: i primi 15 apparecchi saranno pronti entro oggi e altrettanti saranno sistemati nei prossimi giorni, non solo nell’emergenza urgenza ma anche nelle altre aree dove si è sofferto di più il caldo. Inoltre entro la settimana sarà potenziato il sistema refrigerante del Monoblocco”. Rispetto ai problemi che si sono registrati soprattutto venerdì e sabato scorsi, l’assessore Viale ricorda che “questa situazione di emergenza per il caldo ha interessato i più grandi ospedali del Paese, anche in Piemonte e Lombardia. Ci stiamo attrezzando e si può sempre fare meglio ma – prosegue - è indispensabile realizzare gli interventi di edilizia sanitaria previsti nel piano sociosanitario: non solo i nuovi ospedali – nuovo ospedale di Taggia, ospedale degli Erzelli, nuovo Galliera e Felettino, per il quale stiamo gestendo i ritardi legati ad un appalto frettoloso e mal fatto - ma anche interventi importanti al San Paolo di Savona, al Santa Corona di Pietra Ligure, al San Bartolomeo di Sarzana e all’Ospedale Policlinico San Martino di Genova. Su questo fronte le risorse stanziate dal ministero vanno incrementate: è urgente un piano nazionale di edilizia sanitaria”.

L’assessore ringrazia quindi “tutti gli operatori, i medici e il personale sanitario che stanno assistendo i pazienti. Spesso – conclude - arrivano in pronto soccorso persone anziane con i sintomi della disidratazione: rinnovo quindi l’invito ad osservare i consigli che abbiamo diffuso, stando attenti alla corretta alimentazione e a bere molto, evitando di uscire di casa nelle ore più calde della giornata”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium