/ Eventi

Eventi | 08 luglio 2019, 12:20

Quando cani e gatti hanno i diritti dell'uomo: "Di uomini e di animali" di Mascia

L'autrice genovese Donatella Mascia presenta da Feltrinelli il 10 luglio il nuovo libro

Quando cani e gatti hanno i diritti dell'uomo: "Di uomini e di animali" di Mascia

Mercoledì 10 luglio, alle 18, alla libreria Feltrinelli verrà presentato il libro "Di uomini e di animali" di Donatella Mascia (Stefano Termanini Editore, 2019).

Quarto libro di narrativa dell'autrice, professoressa di Ingegneria navale presso l'Università di Genova e cotitolare di uno degli studi di ingegneria più noti in città, "Di uomini e di animali" sarà presentato da Stefano Termanini, editore. L'ingresso è libero.

Per narrare le storie "Di uomini e di animali", Donatella Mascia sceglie la misura breve, dove si allude molto più di quanto non si descriva. Così, mentre legge "Di uomini e di animali", il lettore fa la sua parte. Scrive, nell’immaginazione, quello che la scrittrice ha tenuto per sé. E finisce così con l’inventare un mondo nuovo, dove uomini e animali hanno pari diritto di cittadinanza e gli uni e gli altri, quasi sempre con reciproca soddisfazione, costruiscono spazi che si riempiono di storie di attesa e di rispetto.

Donatella Mascia, nasce a Genova da una famiglia di origine genovese-piemontese. Si laurea in Ingegneria presso l’Università di Genova, dove svolge la carriera universitaria, appassionandosi alla ricerca nei settori delle costruzioni civile e navale. Dal 1986 è professore di Costruzioni Navali presso la stessa università. È autrice di numerose pubblicazioni scientifiche su primarie riviste internazionali di settore. Nel contempo si dedica all’attività professionale nei campi dell’ingegneria civile ed infrastrutturale e pone la sua firma su importanti progetti, quali la Torre Cap, il Teatro Carlo Felice, i Magazzini del Cotone e molti altri. Attualmente è collaudatore statico delle opere della Diga di Venezia, il MOSE.

Nel 2013 pubblica Magnifica Visione (De Ferrari), suo primo romanzo, finalista nel concorso letterario nazionale Il Giovane Holden. Nell’ottobre 2015 esce il suo secondo romanzo, Lo spione di Piazza Leopardi (De Ferrari), che riceve numerosi riconoscimenti. Nel 2017, con Stefano Termanini Editore, pubblica "Quel gran signore del gatto Aldo", con il quale si aggiudica il primo premio del concorso letterario internazionale "L’antico Borgo" (ed. 2017) e la menzione d’onore al Premio Nazionale Salvatore Quasimodo (ed. 2018). Con il racconto Peccato capitale vince il concorso Reccontinrete 2018, sezione «Racconti per corti», e il regista Giuseppe Ferlito ne trae un cortometraggio, proiettato e premiato a Lucca nell’ottobre 2018.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium