/ Politica

Politica | 09 luglio 2019, 12:53

Ariotti sulla sospensione delle sanzioni ai dipendenti di Ladisa: "Tutelare i diritti di lavoratori e lavoratrici"

Il consigliere comunale della Lega: "Quanto ottenuto dalla commissione Welfare ha dimostrato ancora una volta quanto sia fondamentale che sindacati e politica remino nella stessa direzione per tutelare i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici"

Ariotti sulla sospensione delle sanzioni ai dipendenti di Ladisa: "Tutelare i diritti di lavoratori e lavoratrici"

"In seguito alle recenti sanzioni di Ladisa a due lavoratrici e dopo la riunione delle parti sindacali (Cgil) con i capigruppo di ogni partito, ho ritenuto opportuno convocare la commissione "Welfare" per discutere approfonditamente di questa vicenda - scrive in un comunicato stampa Fabio Ariotti, consigliere della Lega e presidente della commissione "Welfare" del Comune -. L'azienda che si occupa della ristorazione scolastica per conto dell'ente, infatti, ha recentemente cercato di addebitare alle dipendenti le sanzioni arrivategli dal Comune. Durante il dibattitto in commissione, come amministrazione comunale abbiamo chiesto a gran voce di sospendere la sanzione, ritenuta assolutamente troppo drastica, soprattutto in proporzione allo stipendio e all'effettiva inadempienza commessa. La commissione, così come il consiglio comunale, rappresenta l'espressione del voto dei cittadini ed è nostro diritto e dovere approfondire temi così importanti, soprattutto se si tratta di un servizio effettuato da una ditta in appalto al Comune e fornito ai bambini delle scuole comunali. Come presidente di commissione, ho ritenuto più che legittimo approfondire sui banchi di Tursi la questione e audire le parti coinvolte. Quanto ottenuto da questa commissione ha dimostrato ancora una volta quanto sia fondamentale che sindacati e politica remino nella stessa direzione per tutelare i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium