/ Politica

Politica | 10 luglio 2019, 19:00

Giampedrone su Marinella e rischio idraulico: "Fondi richiesti già stanziati"

L'assessore regionale alla protezione Civile: "La sicurezza di quelle aree è merito di questa giunta. Pd sempre più lontano dalla realtà"

Giampedrone su Marinella e rischio idraulico: "Fondi richiesti già stanziati"

“Come è stato già ricordato ieri, e come il consigliere Michelucci dovrebbe sapere essendo originario di quella zona, tutti gli interventi per la riduzione del rischio idraulico del torrente Parmignola sono oggi finanziati”. L’assessore alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone replica al Pd sulla mitigazione della pericolosità nell’area di Marinella di Sarzana.

“I fondi che mancavano sia al Comune di Luni che a quello di Sarzana sono stati trovati e stanziati dalla Giunta Toti – prosegue Giampedrone -. Si tratta di finanziamenti che consentiranno la realizzazione degli interventi necessari a mettere in sicurezza e quindi sgravare dal rischio idraulico tutto il corso del torrente, compresa l’area del borgo di Marinella. Il consigliere Michelucci fa polemica senza sapere neppure cosa accade nel suo territorio. Il PD chiede risorse che Regione ha già stanziato, evidenziando una volta di più tutta la distanza che li separa quotidianamente dalla realtà”.

Entrando nel dettaglio dei finanziamenti:

  • nel 2015 è stato autorizzato l’utilizzo di una quota residua di finanziamenti pregressi pari a oltre 292 mila euro per la parziale copertura dei costi dell’intervento di ripristino dell’argine crollato
  • nel 2016 sono stati stanziati 875mila euro di fondi regionali provenienti dal POR – FESR per interventi di sistemazione idraulica di un tratto di circa 800 metri del torrente tra il ponte di Biottanello e quello di San Rocco (a questi fondi si sono aggiunti 375 mila euro di cofinanziamento comunale)
  • nel 2017 sono stati stanziati 428mila euro per il ripristino di un tratto dell’arginatura. I fondi provenivano dal piano generale degli interventi di sistemazione definitiva dei dissesti causati dagli eventi alluvionali del novembre 2014
  • nel 2018 sono stati stanziati 396mila euro provenienti dai residui delle accise 2018 per i lavori di arginatura del torrente nel tratto ricompreso tra la porzione crollata ed il confine con il comune di Luni. 

“Nel complesso – precisa Giampedrone - dal 2015 ad oggi sono stati quindi investite sul tratto terminale del torrente 2 milioni e 366mila euro. I precedenti finanziamenti, stanziati prima del 2015, ammontavano a circa 600mila euro. Basterebbe questo semplice confronto numerico per smentire i rappresentanti del PD, che a quanto pare non sono dotati di una memoria di ferro. Tutte queste opere, una volta portate a compimento, permetteranno di ottenere nelle aree lungo tutto il corso del Parmignola lo stesso risultato raggiunto dopo il collaudo degli interventi già realizzati alla foce, ovvero la riduzione del rischio idraulico residuo”.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium