/ Cronaca

Cronaca | 12 luglio 2019, 16:41

Pegli, su linee Amt collinari e nuovi ponti il Municipio incalza Tursi

Seconda Commissione Municipale nel giro di pochi giorni: da definire eventuali modifiche al percorso del 189 e capire se ci sono tempistiche ufficiali per i lavori ai sovrappassi ferroviari

Pegli, su linee Amt collinari e nuovi ponti il Municipio incalza Tursi

Lavori ai sovrappassi ferroviari di Pegli e sistemazione delle linee collinari di Amt, il Municipio VII Ponente torna alla carica.

Mercoledì prossimo, 17 luglio, alle ore 14,30, presso la sede di Pegli dell’ente, in via Pallavicini 5, è convocata la Commissione Municipale II, che si occupa di Bilancio, Assetto del territorio, Sviluppo economico, Tutela ambiente, Interventi manutentivi e Viabilità su base locale ed è presieduta da Roberto Ferrando del Partito Democratico.

Il VII Ponente incalza il Comune di Genova su due fronti, entrambi molto sentiti dalla cittadinanza: per conoscere le tempistiche relative ai futuri lavori dei ponti di via Martiri della Libertà e di via De Nicolay, e per capire se esiste la possibilità di modificare, in particolare, il percorso del bus 189, che da quando è stato spostato in via Pavia come capolinea non transita più sul lungomare.

Parecchi pegliesi, in particolare gli anziani, hanno chiesto un correttivo e, nella scorsa riunione che si è tenuta a inizio settimana, il vice sindaco e assessore comunale alla Viabilità, Stefano Balleari, si è impegnato a effettuare una verifica tecnica insieme ad Amt.

Alla Commissione Municipale II di mercoledì prossimo (di nuovo, purtroppo, in un orario piuttosto infelice per quanto riguarda la possibile partecipazione da parte del pubblico), sono stati invitati, oltre a Balleari, anche l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Paolo Fanghella, che è diventato l’ospite più richiesto e più atteso a Ponente, per dare un quadro il più esaustivo e completo possibile in merito a un cantiere che per lungo tempo è destinato a interessare il centro della delegazione pegliese.

In Commissione, all’ordine del giorno, ci sono: studio di fattibilità di Amt sulle linee collinari; cantierizzazione dei lavori ai ponti del sovrappasso di Pegli; richiesta di parere, ai sensi degli articoli 59 e 60 del Regolamento per il Decentramento, avente a oggetto la realizzazione di tre nuovi fabbricati a servizio del ‘Centro Sportivo Gianluca Signorini’, sede del Genoa Calcio C.F.C. in via Ronchi a Pegli, con contestuale aggiornamento del Piano Urbanistico Comunale e preventivo assenso in relazione alle modifiche da apportare allo strumento urbanistico vigente.

I lavori presso la struttura sportiva del Genoa sono uno dei temi caldi delle ultime settimane, e su questo fronte il Municipio VII Ponente chiede di essere aggiornato. Ma il principale interesse pubblico, inevitabilmente, è concentrato su Pegli, sui ponti in rifacimento e sulle linee collinari di Amt. A tener banco, inoltre, anche il recente riassetto di piazza Ponchielli, che ha suscitato non poche polemiche. I cassonetti della spazzatura, che erano collocati sul lato sud della piazza, proprio sotto ad alcune abitazioni private, sono stati spostati sul lato est, a ridosso del complesso di Villa Pallavicini. L’attuale sistemazione ha comportato lo smontaggio di due panchine, soluzione che non è stata molto gradita dai pegliesi. Per questo i consiglieri municipali chiedono da tempo un aggiornamento con Tursi.

Ma il nodo è sempre lo stesso: è Ferrovie dello Stato a dover indicare un cronoprogramma, in modo che poi tutto il quadro sia più chiaro. “Su Amt - ha spigato nei giorni scorsi Silvia Brocato, assessore municipale del VII Ponente - il vice sindaco Balleari si è mostrato disponibile. Gli è stata spiegata la situazione e ci si è presi l’impegno a riaggiornare la Commissione. Le principali lamentele da parte della cittadinanza riguardano il fatto che il 189 non passa più dal lungomare, ma, partendo dal capolinea di via Pavia, imbocca subito piazza Bonavino e via Ricasoli. Per molti anziani che vivono al Quartiere Giardino, e che sono costretti a ‘scendere’ in centro perché sulle colline non esistono negozi, le modifiche al percorso del 189 da molti mesi rappresentano un problema”.

Quanto ai ponti delle Ferrovie, come spiegato nei giorni scorsi dall’assessore Paolo Fanghella, c’è anche un ulteriore passaggio con la Soprintendenza, in merito alla struttura di via Martiri della Libertà. I pegliesi, insomma, dovranno avere ancora parecchia pazienza. 


Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium