/ Cronaca

Cronaca | 13 luglio 2019, 15:33

Trovato esanime fra gli scogli dell'isola d'Elba il genovese disperso da ieri

L'uomo di 67 anni si trovava in vacanza con moglie e parenti, nel pomeriggio ha affittato un gommone e da solo si è inoltrato a largo: ancora da chiarire la dinamica dei fatti che hanno determinato l'esito fatale

Trovato esanime fra gli scogli dell'isola d'Elba il genovese disperso da ieri

Potrebbe essere stato vittima di un malore o di una sfortunata disattenzione il genovese di 67 anni che è stato trovato morto dai sommozzatori dei vigili del fuoco tra gli scogli di Capo Poro all'isola d'Elba.

L'uomo, disperso da ieri, era in vacanza con la moglie e alcuni parenti sull'isola, a Porto Azzurro (Livorno): ieri pomeriggio aveva affittato un gommone e si era messo in mare da solo, partendo dalla spiaggia di Zuccale.

La dinamica dell'incidente è ancora tutta da accertare, ma secondo le prime ipotesi formulate da capitaneria e vigili del fuooco il malcapitato potrebbe essere finito fuori bordo, o a causa di un malore o per una disattenzione. L'uomo poi non sarebbe riuscito a risalire a bordo dell'imbarcazione, nè a tguadagnare la riva a nuoto.

Ad avvisare la Capitaneria della sua scomparsa è srtata la moglie, preoccupata oper il suo mancato rientro a sera. Due motovedette sono state impiegate nella ricerca de disperso, e in piena notte il gommone è stato avvistato sulla scogliera di Capo Poro, mentre l'equipaggio di un elicottero della Guardia Costiera grazie a un proiettore è riuscito a individuare il corpo non lontano dal natante. Questa mattina si sono svolte le operazioni di recupero del cadavere.
   

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium