/ Eventi

Eventi | 14 luglio 2019, 12:10

Paolo Rossi ad Albisola Superiore per la rassegna di Teatro Pubblico

In scena "Odissea un racconto mediterraneo (canto X)", per la regioa di Sergio Manfredi e la produzione di Teatro Pubblico Ligure

Paolo Rossi ad Albisola Superiore per la rassegna di Teatro Pubblico

Prende il via lunedì 15 luglio, alle ore 21.15, alla Terrazza sul Mare con Paolo Rossi e il suo racconto sulla Maga Circe, il canto X di Odissea un racconto mediterraneo, progetto ideato e diretto da Sergio Maifredi con il proposito di riportare alla narrazione orale il poema omerico, uno dei testi centrali della cultura occidentale. In caso di pioggia lo spettacolo, a ingresso libero, va in scena al Palazzetto dello Sport. La rassegna è prodotta da Teatro Pubblico Ligure e STAR Sistema Teatri Antichi Romani con la direzione artistica di Sergio Maifredi e il sostegno di Città Albisola Superiore – Assessorati Turismo e Cultura.

Paolo Rossi è stato il primo cantore di Odissea un racconto mediterraneo nel 2009 e da allora, anno dopo anno, lo spettacolo si è arricchito. Ora si arriva a Odisseo dopo un prologo sulle Troiane di Euripide, in cui Rossi ha recentemente debuttato al Teatro Greco di Siracusa, nel ruolo di Taltibio. Troia brucia e le donne si incamminano verso le nave dei vincitori, senza sapere quale viaggio sarà nel loro destino. Così si arriva al viaggiatore per eccellenza, Odisseo, di cui ha cantato le gesta Omero. Il dio Eolo ha dato a Odisseo l'otre che imprigiona i vènti contrari al ritorno ad Itaca. I compagni di Odisseo aprono l’otre, i vènti si scatenano e i marinai sono in balìa del mare per nove giorni. I giganti Lestrigoni massacrano parte dei compagni di Odisseo, indi finalmente giungono all’isola di Circe. La bella dea trasforma gli uomini in porci facendo loro scordare il ritorno. Odisseo riuscirà a liberare i suoi compagni ed a riprendere il viaggio. Paolo Rossi trova infiniti spunti da questo canto per chiosare ogni suo pensiero sulle donne di Omero e non solo. La sua lettura sa restituirci anfratti dell’Odissea che altrimenti rischiano di perdersi, fagocitati dall'insieme. Infine Rossi giunge nel finale a un altro percorso, questa volte recente, quello che ha davvero vissuto con Enzo Jannacci, durante tante tournée. Con la Jannacceide si chiude il racconto. Antico e moderno, passato e presente, tutto si tiene nel racconto di Paolo Rossi, perché ogni uomo è il protagonista del proprio viaggio e della propria odissea.

La rassegna prosegue domenica 21 luglio, sempre sulla terrazza alle ore 21.15 con Le Sirene, canto XII di Odissea un racconto mediterraneo interpretato da Patrizia Milani. L’ultimo appuntamento sulla terrazza è lunedì 12 agosto con uno spettacolo di drammaturgia contemporanea scritto dal tedesco Robert Schneider, Schifo – Dreck con Graziano Piazza diretto da Cesare Lievi, per una produzione di Teatro Pubblico Ligure in coproduzione con Fondamenta Teatro e Teatri. Al centro della scena c’è un uomo solo che vende rose, uno dei tanti che vediamo tutti i giorni, uno straniero indicato da tutti come un rifiuto, parola che in tedesco si traduce “Dreck.” Infine domenica 22 settembre (ore 21.15), durante le Giornate Europee del Patrimonio, la rassegna si sposta all’Area Archeologica di Alba Docilia, dove la scrittrice e attrice Antonella Prenner è interprete de I Greci, i Romani, La Luna e il cielo. Si tratta di una nuova produzione di Teatro Pubblico Ligure e parla delle migrazioni che hanno segnato le origini e la fine del mondo antico, quelle dei coloni greci verso l’Italia meridionale e, mille anni dopo, quelle dei barbari dal nord. I popoli da sempre si spostano, accolti o combattuti, creando altri popoli e nuove culture. La serata è dedicata alla Luna ed alle stelle, guida per chi si sposta per mare e per terra.

Informazioni e aggiornamenti sul sito ww.teatropubblicoligure.it

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium