/ Eventi

Eventi | 17 luglio 2019, 18:40

Il Genova Film Festival e l’Università di Genova insieme per una rassegna di cortometraggi in omaggio ai 50 anni dell’allunaggio

Giovedì 18 Luglio all’Alliance Française ore 20,30. Tra i registi ospiti il vincitore del Nastro d’Argento 2019

Il Genova Film Festival e l’Università di Genova insieme per una rassegna di cortometraggi in omaggio ai 50 anni dell’allunaggio

L’Università di Genova e il Genova Film Festival organizzano insieme un evento in occasione dei 50 anni dall’allunaggio e dei 100 anni dell’Unione Astronomica Internazionale. “Corti tra Luna e Spazio” è una rassegna internazionale di cortometraggi a tema con registi ospiti che presenteranno i loro film.

L’evento, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, si terrà Giovedì 18 Luglio alle 20,30  presso l’Alliance Française nella centralissima Via Garibaldi 20. 

I film verranno presentati da Cristiano Palozzi, direttore del Genova Film Festival, Marilena Carnasciali (DCCI Università di Genova) e dagli studenti Matteo Pisano e Isabel Gaggiotti.
Tra gli ospiti in sala il regista Marco Pellegrino, autore insieme a Luca Jankovic di Moths to Flame, il pluripremiato cortometraggio che ha appena vinto il prestigioso Nastro d’Argento come migliore film di fiction e il Concorso Nazionale del 20°Genova Film Festival
Il film, interpretato dai bravissimi David Wayne Callahan e David Menkin, attraverso le figure dei primi due astronauti che hanno messo piede sulla Luna, affronta il tema del viaggio e della scoperta. Il 20 luglio 1969 alle 19 due uomini vestiti da astronauti chiacchierano all’interno di una stanza: sono Neil Armstrong e Buzz Aldrin, impegnati nei preparativi della missione spaziale che di lì a qualche ora li porterà a camminare sul satellite terrestre.

Altro regista che presenterà la sua opera sarà Rino Alaimo che con l’animazione The Boy and the Moon racconta le avventure di un ragazzo innamorato della Luna e le sue peripezie per conquistarla. Il film, premiato tra l’altro al Giffoni Film Festival, ha dato il via ad una felice operazione editoriale visto che in USA è stato pubblicato un albo illustrato tratto dal cortometraggiotradotto in 8 lingue e distribuito in tutto il mondo. Rino Alaimo è infatti anche un fine illustratore.  Tra i corti in programma anche Sputnik 5 di Susanna Nicchiarelli, regista nota al grande pubblico per i suoi lungometraggi Cosmonauta e Nico, entrambi premiati al Festival di Venezia. Il film racconta l’avventura dell’equipaggio composto da animali partiti con il satellite sovietico il 19 Agosto 1960. 

La rassegna riserva una quota importante ai film d’animazione, tra questi Il pianeta perfetto e Qualcosa è cambiato di Astutillo Smeriglia, regista ironico e irriverente apprezzato a livello internazionale e vero autore di culto nei festival italiani di cortometraggi e il capolavoro Skhizein del francese Jérémy Clapin che narra le vicende di un uomo che, colpito accidentalmente da un meteorite mentre è affacciato alla finestra del proprio palazzo, deve adattarsi ad una nuova, assurda condizione: vivere ad esattamente 91 centimetri da se stesso. Questo film vinse peraltro il primo premio al festival X_Science: Cinema tra Scienza e Fantascienza, manifestazione di grande successo organizzata a Genova fino a qualche anno fa dalla Facoltà di Scienze MFN e dal Genova Film Festival a cui questa rassegna si ispira.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium