/ Attualità

Attualità | 30 luglio 2019, 12:00

"Liberi di salvare": il progetto benefico 'approda' a Genova (VIDEO)

Lo spettacolo di strada si replica oggi in Piazza San Lorenzo dalle 17 alle 19 e il ricavato, su offerta libera, sarà in parte devoluto a Mediterannea Saving Humans (FOTO e VIDEO)

Foto di Luca Bortolato

Foto di Luca Bortolato

Il neonato progetto “Liberi di salvare”, partito da Venezia nei giorni scorsi, è approdato anche a Genova (ieri, lunedì 29 luglio, e oggi).

La performance itinerante sul tema del salvataggio dei migranti in mare creata dalla coppia di artisti, nel lavoro e nella vita, Arianna Favaretto Cortese (21 anni) e Innocenzo Capriuoli (27 anni), si è svolta in Piazza San Lorenzo, davanti a grandi e piccoli incuriositi dallo spettacolo di mimo, in cui i due si alternano. E oggi si replica.

“Siamo due attori con formazione piuttosto performativa, facciamo soprattutto teatro di ricerca – spiega Innocenzo -; il nostro obiettivo iniziale era quello di imbarcarci, ma poi, riflettendoci, abbiamo pensato che volevamo che l’arte facesse parte della nostra partecipazione concreta, e così è nato Liberi di salvare”.

Lo scopo del progetto è quello di compiere un viaggio per tutta l’Italia, fino a raggiungere Licata, portando in strada un atto performativo che nasce da una domanda: da quando salvare un essere umano è diventata un'opzione? L’arte, come in questo caso esula dal giudizio e si avvicina agli animi degli spettatori e degli artisti stessi per interrogarsi sull’origine dell’indecisione se schierarsi a favore o meno della vita.

Durante l’esibizione sono esposti due giubbotti salvagente su cui il pubblico può apporre la propria firma: un gesto simbolico a rappresentare l’aiuto e l’appoggio che si vuol dare alle navi impegnate nel salvataggio in mare dei migranti.

Tali salvagenti andranno a comporre l’opera d’arte: uno sarà consegnato, al termine del viaggio, alla barca Mare Jonio, attualmente sotto sequestro nel porto di Licata, in Sicilia, mentre l’altro sarà usato per una mostra.

Oltre alle firme è possibile lasciare una donazione, metà della quale rimarrà agli artisti come supporto per le spese del viaggio, mentre l’altra metà verrà devoluta all'associazione italiana Mediterranea Saving Humans.

È inoltre attiva anche una campagna di crowdfunding utile a sostenere le spese del viaggio: per donare clicca QUI

Quella nel capoluogo ligure, infatti, è la quarta tappa: “Siamo partiti da Venezia, poi Padova, Ferrara e Bologna e stiamo qui a Genova per due giorni – continua Innocenzo – mentre contiamo di arrivare in Sicilia verso la metà di Agosto e il 20 a Licata, ma intanto siamo in contatto con Mediterranea per eventuali cambiamenti”.

Oggi è possibile assistere alla replica in Piazza San Lorenzo: dopo lo spettacolo del mattino, infatti, Arianna e Innocenzo si esibiranno dalle 17 alle 19. 

 

Medea Garrone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium