/ Cronaca

Cronaca | 11 agosto 2019, 16:50

Ponte Morandi, Napoli ricorda le sue vittime ma nessun familiare a Genova: "Non vogliamo assistere a passerelle"

A Torre del Greco sarà una giornata di lutto: minuto di raccoglimento e bandiere a mezz'asta

Ponte Morandi, Napoli ricorda le sue vittime ma nessun familiare a Genova: "Non vogliamo assistere a passerelle"

Anche Napoli si stringe nel ricordo delle sue vittime di Ponte Morandi. Mercoledì 14, a un anno dalla caduta del viadotto, alla stessa ora del crollo a Torre del Greco saranno esposti quattro dipinti raffiguranti i volti di chi ha perso la vita. Sono Giovanni Battiloro, Matteo Bertonati, Gerardo Esposito e Antonio Stanzione.

A comunicarlo tramite Facebook è Roberto Battiloro, padre di Giovanni, annunciando che i parenti dei quattro ragazzi non saranno alle commemorazioni in programma a Genova.

"Mio figlio - ha spiegato l'uomo - non è morto, l'ha ucciso lo Stato e chi ha sbagliato deve pagare. Non andremo a Genova per assistere a passerelle". I familiari delle vittime sottolineano inoltre di non volere "risarcimenti ma rispetto".

A Torre del Greco sarà una giornata di lutto, come deciso con un'ordinanza del sindaco Giovanni Palomba: un minuto di raccoglimento sarà osservato nei luoghi di lavoro mentre gli edifici pubblici esporranno le bandiere a mezz'asta.   

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium