/ Eventi

Eventi | 12 agosto 2019, 11:32

Il quintetto d’archi della Berliner Philarmoniker a Carro per commemorare le vittime della tragedia di Ponte Morandi

Il 14 agosto, alle 21.00 ultimo appuntamento con il Festival Paganiniano di Carro

Il quintetto d’archi della Berliner Philarmoniker a Carro per commemorare le vittime della tragedia di Ponte Morandi

Con il concerto dei Berliner Streich Quintette, quintetto d’archi della Berliner Philharmoniker e la partecipazione di Tatjana Vassiljeva al violoncello, dedicato alle vittime del crollo di Ponte Morandi si conclude mercoledì 14 agosto, la diciottesima edizione del Festival Paganiniano di Carro.

Ad ospitare l’atteso gran finale, realizzato in collaborazione con il Festival internazionale di musica da Camera di Cervo, sarà il suggestivo borgo di Carro, luogo di origine della famiglia del grande violinista Niccolò Paganini e storica sede del Festival. A fare da cornice all’esibizione, che si terrà alle ore 21.00, l’affascinante scenografia della piazza della Chiesa di San Lorenzo. In programma brani di Mozart e di Tschaikovsky.

“ il 14 agosto è una data importante, da non dimenticare, per questo assieme ai Berliner Streich Quintette, abbiamo deciso di dedicare il concerto conclusivo di questa diciottesima edizione a Genova e alla sua rinascita” sottolinea Bruno Fiorentini, direttore artistico del Festival. “ Proprio lo scorso anno, il 14 agosto, poche ore prima della tragedia, io stesso ho attraversato Ponte Morandi per andare ad accogliere l’ensemble dei Berliner Philharmoniker e condurli a Carro. Il concerto ovviamente è stato annullato. Quest’anno abbiamo deciso di riproporlo. Volendo ricordare in tale maniera tutte le vittime della tragedia del crollo del ponte”. 

Durante la serata, l’Associazione Amici del Festival Paganiniano di Carro consegnerà al Sindaco di Genova una borsa di studio destinata ad un giovane musicista appartenente ad una delle famiglie della zona Rossa di Ponte Morandi, come contributo per la prosecuzione degli studi musicali.

Il quintetto d’archi della Filarmonica di Berlino composto da Luiz Felipe Coelho e Romano Tommasini al  violino, Wolfgang Talirz e Kyoung Min Park alla viola, David Riniker al violoncello, vede la partecipazione di Tatjana Vassiljeva, anch’essa al violoncello. L’ensemble prende vita da una collaborazione di lunga durata tra Wolfgang Talirz e Romano Tommasini. A febbraio 2007 risale il primo concerto in Belgio del quintetto che ha riscosso fin da subito un grande successo internazionale. Tatjana Vassiljeva ha studiato in Russia e in Germania. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali, si è esibita come solista con alcune delle orchestre sinfoniche più importanti del mondo. Dal 2014 è solista dell’Orchestra Concertgebow di Amsterdam.

Il concerto sarà preceduto da un incontro con Niccolò Paganini, discendente diretto del grande musicista che racconterà alcuni aneddoti riguardanti il grande violinista e la sua famiglia. Appuntamento alle 18.30, a Carro, a Casa Paganini.

Promosso e coordinato dalla Società dei Concerti della Spezia, in collaborazione con il Comune di Carro e gli altri Comuni aderenti, il Festival si avvale del patrocinio della Regione Liguria, del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Fondazione Carispezia, del contributo di ISAGRO spa, oltre che del consueto appoggio dell’associazione Amici del Festival Paganiniano di Carro.  

Per il programma completo dei concerti è possibile consultare: www.sdclaspezia.it e www.paganinimusicfestival.com o le pagine facebook Società dei Concerti La Spezia e Festival Paganiniano di Carro.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium