/ Attualità

Attualità | 20 agosto 2019, 12:00

Botteghe Storiche di Genova: Pescetto, l'eleganza senza tempo

Entrare nella boutique è come fare un tuffo nel passato, tra arredamento e abbigliamento vintage, oltre che contemporaneo (VIDEO)

Nella foto: Stefano, Francesca e Alessandra Pescetto

Nella foto: Stefano, Francesca e Alessandra Pescetto

“Le mode passano, lo stile resta“, diceva Coco Chanel. Non è da tutti avere stile, ma sicuramente è la caratteristica principale di una delle Botteghe Storiche di Genova, quella di Pescetto. E il suo, di stile, perdura davvero da molto tempo, dal 1899.

Dalla merceria in Via San Lorenzo fondata dal bisnonno Giuseppe Pescetto, al negozio d’abbigliamento attuale gestito da Stefano, Francesca e Alessandra, ubicato nel palazzo storico di G.B. Imperiale, tra Campetto e Via di Scurreria, Pescetto è sempre stato sinonimo di qualità ed eleganza.

Scelta da marchi di fama mondiale come Hermes e Burberry, la boutique rappresenta un tuffo nel passato sia per gli interni, arredati e decorati con elementi degli anni’30, sia per una parte dei capi in vendita. Infatti, oltre ad abiti e accessori contemporanei per donna e uomo di classe – dai foulard alle camicie ai caschi da moto ai profumi e alle borse – non manca un ricco reparto dedicato al vintage, che ha la particolarità di essere costituito da capi mai usati prima. Si tratta, infatti, di abbigliamento dagli anni ’60 agli ’80 con ancora il cartellino del prezzo originale. Cappotti, soprabiti, pantaloni, gonne, scarpe e costumi da bagno: è possibile terminare la stagione stiva dando un tocco davvero particolare al proprio outfit da mare con questi capi che sembrano senza tempo e di grande qualità.

Non a caso il vintage di Pescetto è stato scelto per i costumi della serie tv della Rai dedicata a De André, “Principe Libero”. E un vero e proprio “reperto storico”, non in vendita, è il maglione del 1953 realizzato per la prima scalata sull’Everest.

Solo qui, inoltre, si possono trovare i foulard “Genua”: realizzati in tre diversi colori, a rappresentare le fasi del giorno, hanno come soggetto il Centro Storico tratto da una stampa del Cinquecento.

Delizioso, infine, il camerino, in uno stile retrò che non si trova altrove e in cui vale la pena entrare e, naturalmente, provare.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium