/ Politica

Politica | 23 agosto 2019, 15:30

Mini Gronda, il "no" del vicesindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari

"La cosiddetta mini Gronda è stata stralciata tra le opzioni possibili per i pesanti effetti che avrebbe avuto sul Ponente genovese, sui quartieri di Sestri Ponente, Sampierdarena e sul lungomare di Pegli, che sarebbe stato completamente cancellato dall'infrastruttura"

Mini Gronda, il "no" del vicesindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari

In seguito alle notizie relative alla possibilità di realizzare una mini Gronda, il vicesindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari ha diffuso una nota stampa con cui chiarisce la posizione dell'amministrazione di Palazzo Tursi.

"La possibilità di realizzare una mini Gronda non è mai stata condivisa con la nostra amministrazione comunale né tanto meno è stato mai commissionato uno studio in merito. Unica traccia che ci risulta in merito è un progetto, vecchio e superato, di cui si era parlato prima del dibattito pubblico avviato dall'allora sindaco di Genova Pd Marta Vincenzi, la cui sintesi ha portato all'attuale progetto esecutivo - si legge nel documento -. La cosiddetta mini Gronda è stata stralciata tra le opzioni possibili per i pesanti effetti che avrebbe avuto sul Ponente genovese, sui quartieri di Sestri Ponente, Sampierdarena e sul lungomare di Pegli, che sarebbe stato completamente cancellato dall'infrastruttura".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium