/ Cultura

Cultura | 24 agosto 2019, 09:53

Santa Margherita, Festival di Bioetica: al via l'edizione sul futuro

Si terrà giovedì 29 e venerdì 30 agosto tra piazza Caprera e Villa Durazzo

Santa Margherita, Festival di Bioetica: al via l'edizione sul futuro

Terza edizione del Festival di Bioetica a Santa Margherita Ligure giovedì 29 e venerdì 30 agosto. Al centro del Festival di quest’anno “Il futuro. Uomo, Ambiente, Animali”.

L’evento, organizzato dall’Istituto Italiano di Bioetica con il sostegno del Comune di Santa Margherita Ligure, si misurerà quindi sul grande tema del futuro, declinandolo nella dimensione umana, animale e ambientale.

«La parola “Futuro” mi suggerisce “Presente” - afferma il sindaco di Santa Margherita Ligure, Paolo Donadoni - Il domani mette radici nell’oggi. L’attività amministrativa lo insegna: niente nasce per caso, servono le scelte, le semine, l’aver cura, per poi poter raccogliere i frutti. Oggi stiamo progettando le attività da svolgere nei prossimi cinque anni, ma sappiamo già che alcuni interventi richiederanno più tempo. E, nella consapevolezza delle criticità, occorre seminare sempre con desiderio di conoscenza e di crescita. Dobbiamo essere costruttori di prospettive».

«Rilevo inoltre con piacere - aggiunge il sindaco - che si tratta di un’idea che ha saputo sperimentarsi e consolidarsi. Le prime edizioni possono essere tentativi, a volte azzardi, ma se un Festival riesce a stratificarsi negli anni significa che ha un contenuto forte e che chi organizza non ha solo passione ma anche competenza e perseveranza. Santa Margherita Ligure e l’Italia intera hanno bisogno di un Festival di Bioetica, di un momento pubblico di confronto con temi fondamentali della scienza, della filosofia e del diritto che, pur nel rispetto della serietà dei temi, sappia essere anche un momento sociale e gioioso come nella natura stessa del Festival».

Accanto al programma scientifico (seminari, tavole rotonde e dibattiti) previste anche, nei due giorni dedicati al Festival, mostre d’arte e assegnazione del Premio Bioetica Festival 2019.

Durante le giornate del Festival, sarà possibile visitare a Villa Durazzo, dalle 10 alle 19.30, la mostra di pittura e scultura “Futuro fuori cornice”, a cura della critica d’arte Maria Galasso, alla presenza degli artisti Paolo Carugati, Ornella Gario, Maria Grazia Novaro, Mimmo Padovano e Gabriella Oliva. Previsto il benvenuto in musica di Davide Runcini.

La terza edizione del Festival di Bioetica, allestito tra piazza Caprera e Villa Durazzo, vede la collaborazione di Unesco Chair in Bioethics, Biogem, Università degli Studi di Genova, Ecoistituto Re-Ge, periodico NOIDONNE.

È stato richiesto il patrocinio al Comitato Nazionale per la Bioetica, alla Regione Liguria, al Comune di Genova e alla Città Metropolitana, all’Istituto di Tecnologie Avanzate e alla Scuola di Robotica.

Il programma completo si può consultare su www.bioeticafestival.it.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium