/ Attualità

Attualità | 16 settembre 2019, 13:29

Toti in Valpolcevera e Sampierdarena per l'inizio dell'anno scolastico: "Ultimo inverno senza il nuovo ponte"

Il presidente ligure: "Regione ha messo in campo un’importante azione di coordinamento e di assistenza con una serie di aiuti per i ragazzi e le loro famiglie, soprattutto legati alla mobilità urbana e agli abbonamenti annuali ai mezzi di trasporto pubblico"

Toti in Valpolcevera e Sampierdarena per l'inizio dell'anno scolastico: "Ultimo inverno senza il nuovo ponte"

“Oggi è una giornata importante. A questi ragazzi dico di impegnarsi sempre con lo stesso entusiasmo di oggi per costruire il loro futuro. Non è un caso che questa mattina abbiamo anche aperto definitivamente via Fillak, un segnale di ritorno alla normalità e una boccata d’ossigeno per questa zona, segno anche che i lavori per il nuovo viadotto stanno procedendo come previsto: per tutta la città e in particolare per la Valpolcevera inizia l'ultimo anno scolastico senza il nuovo ponte di Genova, che verrà ultimato prima della fine della scuola". Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che questa mattina, insieme all’assessore all’Istruzione e Formazione Ilaria Cavo, ha partecipato all’inaugurazione dell’anno scolastico all’Istituto comprensivo Ariosto di Certosa e all’istituto di formazione e aggiornamento professionale Cnos Fap Don Bosco di Sampierdarena. Il presidente ha ricordato che “in questa fase ancora complessa, Regione ha messo in campo un’importante azione di coordinamento e di assistenza con una serie di aiuti per i ragazzi e le loro famiglie, soprattutto legati alla mobilità urbana e agli abbonamenti annuali ai mezzi di trasporto pubblico”.

Al Don Bosco di Sampierdarena il governatore Toti rivolgendosi a ragazzi ha sottolineato che “oggi cominciate a costruire il vostro futuro e ponete le basi del vostro lavoro che sarà un pezzo importante della vostra vita. Come Regione abbiamo lavorato tanto sulla formazione professionale, puntando su settori che possano garantire a voi e ai vostri coetanei uno sbocco occupazionale”. L’assessore Cavo ha ricordato che “oggi partono i corsi triennali di formazione professionale con cui i ragazzi adempiono all’obbligo scolastico. La nostra presenza qui è un segno di vicinanza a tutto il mondo della formazione professionale che ha pari dignità rispetto alla scuola tradizionale e che già oggi garantisce esiti occupazionali per l’86% dei giovani che concludono il percorso”.

L’assessore Cavo ha proseguito le visite nel Tigullio, per un saluto agli studenti del liceo ‘Da Vigo - Nicolosio Da Recco’ a Chiavari, dove sono partite questa mattina per la prima volta due classi di liceo linguistico e, a seguire, del liceo scientifico sportivo Gianelli Campus, un'impresa sociale della fondazione Villaggio del Ragazzo della diocesi di Chiavari. “Ho voluto salutare sia gli studenti che qui a Chiavari iniziano il percorso nella sezione distaccata di linguistico, ospitata presso la Diocesi che ringraziamo per la grande collaborazione – ha spiegato Cavo - sia gli studenti di una scuola paritaria innovativa, riaperta grazie al supporto di alcune aziende e del Villaggio del Ragazzo. È un segnale per tutte le scuole paritarie perché crediamo nella necessità di garantire sempre la libertà di scelta educativa. Non è un caso che proprio oggi – ha aggiunto l’assessore regionale all’Istruzione - aprano i bandi per assegnare le borse di studio di iscrizione e frequenza rivolte alle famiglie che, con un Isee fino a 50mila euro, scelgono una scuola paritaria per i propri figli. Quest’anno abbiamo stanziato 800mila euro per poter soddisfare tutte le richieste che arriveranno”. Lo scorso anno sono state 1100 le famiglie che hanno ottenuto la borsa di studio.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium